spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si inizia sabato 7 settembre per concludere con la sfilata. Tante iniziative anche a Tavarnuzze

    IMPRUNETA – Con settembre che inizia il pensiero (e non solo quello) di tanti imprunetini corre ormai al rione, per la preparazione dei carri per l'87esima edizione della Festa dell'Uva: che si svolgerà domenica 29 settembre alle 15, in concomitanza con i Mondiali di ciclismo su strada.

     

    E all'Impruneta già circola la battuta: "Se proprio non puoi andare alla Festa dell'Uva di Impruneta… puoi sempre ripiegare sui Mondiali di ciclismo!".

     

    Ma come accade ormai da tempo la sfilata in piazza rappresenterà il fulcro di tutta una serie di eventi che iniziano sabato 7 settembre alle 18.30 nella Basilica di Santa Maria, con le rificolone e benedizione delle bandiere rionali da parte di monsignor Luigi Oropallo.

     

    Quello dal 6 all'8 settembre sarà un week end pieno di iniziative anche a Tavarnuzze. Dove si partitrà forte subito il venerdì, con la super grigliata in paese e i negozi aperti fino alle 23 (apertura che si replica anche nei giorni successivi).

     

    Sabato 7 (intrattenimento musicale e aperitivo) e domenica 8 settembre, ecco tornare la festa della schiacciata con l'uva (i commercianti la offriranno a tutti la domenica) e lo “Sbaracco”, con i negozi… in strada con le loro proposte e, appunto, aperti fino alle 23. Domenica 8 settembre ci sarà anche il mercatino di artigianato in via Montebuoni.

     

    Domenica 8 settembre, alle 17 corsa dei carretti tra i rioni del paese nella "scesa" di piazza Buondelmonti, alle 18 dimostrazione scuola di karate Shotoissinkai di Impruneta (in piazza Buondelmonti) del maestro V° dan Massimiliano Ferri,  allenatore nazionale Italiana Kumite (ISI).

     

    Alle 18.30, sotto i Loggiati del Comune, "Peposo Day": il piatto tipico imprunetino viene cucinato dai rioni di Impruneta in collaborazione con il ristorante Il Pruneto. L'incasso a favore della Confraternita della Misericordia di Impruneta per una nuova autoambulanza. Insieme al Peposo, degustazione di vini di Impruneta con le aziende agricole del territorio: Azienda La Querce, Azienda La Porcinaia, Azienda Ottomani. Alle 19.30 premiazione della corsa dei carretti e delle massaie rionali per il miglior Peposo.

     

    Dal 14 al 19 settembre l'associazione Art Art Impruneta, presso lo Spazio Art Art (casa del popolo in via della Croce), "Mostra Antologica Personale Bruno Chiarini".

     

    Sabato 14 settembre si svolgerà la grande cena in piazza, in collaborazione con il centro commerciale naturale Il Pozzo, con i rioni collocati ai quattro "cantoni", che negli anni scorsi ha raccolto un successo clamoroso (la prenotazione è obbligatoria nelle aree rionali o nei negozi di Impruneta).

     

    Domenica 15 settembre "scende in campo" anche Il Gazzettino del Chianti, che in collaborazione con l'Ente Festa dell'Uva, il patrocinio del Comune e la partecipazione dei negozi del Centro Commerciale Naturale (i negozi saranno aperti), organizza per l'intera giornata (10-23) la mostra-mercato "Il Chianti nelle mani", con eccezionali artigiani che esporranno le loro creazioni. Inoltre, per tutta la giornata i "maghi" dei cibi di strada delizieranno (a pranzo, a cena e a… merenda) con le loro creazioni: trippa, lampredotto, porchetta, fritti di ogni tipo… .
     

    Sempre domenica 15 settembre, alle 16 torneo di calcetto femminile “II° torneo memorial Bruno Rustioni” tra i rioni del paese presso la palestra comunale.

     

    Sabato 21 settembre (prosegue anche domenica 22)  iniziano le "Giornate della solidarietà", con le donazioni del sangue organizzate dal Gruppo Fratres di Impruneta in collaborazione con i rioni presso  il Poliambulatorio della Misericordia di Impruneta.

     

    Domenica 22 giugno alle 16 al ristorante “Il Battibecco”, presentazione Etichetta d’Autore della 87esima Festa dell’Uva, opera dell’artista Anna Di Volo (con inaugurazione della sua mostra personale).

     

    Dal 27 al 29 settembre, terzo "Raduno Camperisti alla Festa dell’Uva di Impruneta", in collaborazione con l’associazione regionale “inChianti” (info inchianti@virgilio.it, 3470159370, 0552020444).
     

    Sabato 28 giugno in piazza Buondelmonti, dalle 19 alle 23, prove generali della Festa dell’Uva (ingresso gratuito). Dal 27 al 29 settembre, nel Parco della Barazzina, mostra mercato prodotti enogastronomici in collaborazione con la Pro Loco di Impruneta.
     

    Poi, finalemente, domenica 29 settembre la Festa dell'Uva: alle 15 premiazione del “Concorso 32° vetrina dell’Uva” (concorso tra i commercianti del paese per il miglior allestimento a tema); premiazione della Gara di Solidarietà fra i rioni; saluto del sindaco. Poi la Filarmonica "Giuseppe Verdi" aprirà l’87esima Festa dell’Uva con l'inno della festa. A seguire la sfilata dei carri allegorici dei quattro rioni:   Pallò, Sant'Antonio, Sante Marie, Fornaci. Alle 19 premiazione del rione vincente e collocazione della bandiera del rione vincente sul balcone del Comune
     

    Lunedì 30 settembre, sempre in piazza Buondelmonti, alle 21.30 ci si prende in giro con le “Camiciole”, parodia estemporanea dei quattro rioni.

     

    Ma non finisce qui: sabato 5 ottobre cena del rione vincente nel centro storico di Impruneta e, dal 13 al 20 ottobre, i rioni saranno protagonisti anche durante la Fiera di San Luca con la staffetta nelle vie del paese, la gara al lun a park con i “Calci in culo”, il “Martellone”. Poi, il giovedì, Palio di San Luca  (corsa cavalli con finale tra i rioni), il venerdì tiro alla fune, la domenica al campo sportivo torneo di calcio tra rioni "Memorial Ivano Torrini".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...