spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 25 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Inter-Fiorentina, nessun alibi: ci hanno fatto 3 gol in 19 minuti

    Non posso far finta di niente. Non posso dire che l'arbitro non ha inciso su questa gara. Però non ci possiamo fermare a questo.

     

    Non ha colpa Damato se durante la settimana ci facciamo male da soli. Se alcuni tifosi (??) perdono la testa ed espongono striscioni pseudofirmati dal contenuto imbarazzante.

     

    Se il nostro allenatore non perde occasione per sparare idiozie o peggio ancora per sputare nel piatto dove mangia oramai da un anno e mezzo.

     

    Se i nostri dirigenti ci riempiono di giocatori mediocri dal medesimo periodo di tempo, più o meno.

     

    Ma soprattutto non ha colpa Damato se l'Inter ci segna tre gol in 19 minuti.

     

    Era dal 1990 che non segnavano così tanto nei primi minuti di una gara, ce ne rendiamo conto?

     

    Com'è possibile che la squadra entri in campo in questo modo, per una partita tanto importante? E col Paok era stata la stessa cosa. Per certi versi anche a Empoli. Impatto osceno, reazione importante.

     

    Gli errori di Damato rischiano di far passare in secondo piano il disastro che abbiamo oggettivamente combinato.

     

    Negli scorsi articoli ho parlato più volte di come la fase difensiva stesse scricchiolando parecchio da quando Bernardeschi era stato spostato più avanti.

     

    Una modifica da me apprezzata ed invocata, ma che ha complicato le cose a centrocampo facendolo rimanere in costante inferiorità numerica e creando meno filtro per i difensori.

     

    Difensori che – tranne Astori – sono quasi sempre insufficienti.

     

    A questo punto mi auguro che Sousa prosegua nei suoi cambiamenti e riesca finalmente a piazzare Tello nel posto più giusto per un giocatore del suo calibro: la tribuna.

     

    Una volta sistemato lui e magari incoronato titolare un giovane come Chiesa, potremmo tornare a giocare in 11 e a sperare che l'equilibrio della linea mediana torni una realtà.

     

    Sousa ha fatto benissimo a fine gara a non parlare di arbitraggio e di mercato, con una compostezza e una educazione che sono i suoi migliori pregi.

     

    Ma riesca a spiegare al pubblico il perchè di questo inizi e non si trincei dietro al grande orgoglio provato per la grande reazione.

     

    Spieghi perchè ha tolto così presto Bernardeschi, anche se non era nella sua miglior serata, per tenere in campo altri che stavano facendo molto peggio.

     

    Spieghi perchè ha messo in campo il giovane Chiesa (che a me è per altro piaciuto) e ha addirittura fatto esordire l'americano Joshua Perez, prima dei vari Vecino, Babacar, Cristoforo ma soprattutto Zarate.

     

    I giocatori spieghino come mai sono capaci di giocare in modo tanto diverso nella medesima gara, spieghino perchè si impegnano ad intermittenza.

     

    Chi pensa che dietro questa sconfitta ci sia l’arbitro e poco altro, non solo non sa di calcio, ma fa del male a questa squadra. Contro questa Inter era doveroso uscire dal campo con un risultato positivo e come si è visto dal campo era pure ampiamente possibile.

     

     

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...