spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 25 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il coniglio ai carciofi: da leccarsi… i baffi

    Questa ricetta si basa su semplici pilastri: ottimi ingredienti, cotture molto lente e sapori delicati.

     

    Ingredienti per 6 persone:

    Un coniglio intero

    Vino bianco

    Farina

    Pepe bianco

    Una cipolla bianca

    Sale

    Olio evo

    Prezzemolo

    5 Carciofi

     

    Tempo totale di cottura 45/50 min.

     

    Preparazione: fai a pezzi piccoli il coniglio, conserva il fegato (è il pezzo più gustoso).
    Sminuzza finemente le cipolle.

     

    Infarina ogni pezzo di coniglio con pochissima farina e sala direttamente.

     

    Soffriggi piano la cipolla, alza il fuoco e inserisci i pezzetti di coniglio; è necessario che il coniglio si colori per ogni suo lato (e che la cipolla non si bruci).

     

    Quando il coniglio sarà leggermente colorato aggiungi il vino bianco e lascia che riprenda la temperatura, prima che l’alcool sia completamente sfumato chiudi il coperchio.

     

    Cuoci a temperatura bassissima per circa 45 minuti girando il meno possibile.

     

    Dopo 20 minuti aggiungi un carciofo tagliato a fettine sottilissime (servirà a fare il sughino).

     

    Dopo 30 minuti aggiungi i carciofi tagliati ad ottavi e il prezzemolo (e magari un pizzico di sale) e il pepe bianco; non girare subito e lascia cuocere per almeno 5 minuti a coperchio chiuso.

    Servi tiepido.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...