spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Polizia locale Chianti fiorentino: dall’1 luglio riorganizzato completamente il servizio

    La nuova impostazione, suddivisa in tre aree, amministrativa, investigativa e viabilità: ecco come funzionerà (avrà un numero unico ad esempio)

    CHIANTI FIORENTINO – “Un servizio ancora più capillare ed efficiente nell’interesse della sicurezza di tutta l’area dell’Unione comunale del Chianti fiorentino che si estende su una superficie di circa 500 km quadrati per una popolazione complessiva di circa 45mila abitanti”.

    È l’obiettivo del sindaco di San Casciano e presidente dell’Unione comunale, Roberto Ciappi che, in accordo con i colleghi i sindaci Paolo Sottani di Greve in Chianti e David Baroncelli di Barberino Tavarnelle, ha messo in moto una vera e propria riorganizzazione del servizio che ad oggi conta 30 agenti.

    La rivoluzione del servizio, elaborata e proposta dal sindaco Ciappi, interessa la suddivisione delle varie attività della polizia locale in tre nuove aree: la sezione amministrativa, la sezione investigativa e la viabilità.

    “L’intento è quello di incrementare – dichiara Ciappi – l’attività della polizia locale, diretta a garantire sicurezza e presenza a favore della popolazione in modo puntuale e capillare con un potenziamento del servizio e delle relative funzioni di controllo, anche in versione serale, attività che prenderà avvio tra qualche settimana e si svolgerà durante il periodo estivo”.

    “Altro aspetto fondamentale su cui è nostro proposito investire – continua – è la formazione degli agenti della polizia locale con la finalità di dotarli di tutti gli strumenti necessari e utili a contrastare il fenomeno dell’abusivismo”.

    La polizia locale dell’Unione del Chianti fiorentino avrà anche un numero unico per agevolare l’accesso al servizio da parte della popolazione.

    L’area amministrativa si occuperà di tutti i procedimenti amministrativi tra cui acquisti, forniture, attività sanzionatorie.

    Mentre quella investigativa metterà al centro dell’attività il monitoraggio e il controllo, anche in forma preventiva, del fenomeno dell’abusivismo nei settori ambiente, edilizia, commercio e polizia giudiziaria.

    L’ambito della viabilità interesserà la sicurezza stradale, dunque il rispetto del codice della strada e la gestione delle pattuglie sul territorio.

    La polizia locale dell’Unione comunale del Chianti Fiorentino risponderà alle chiamate dall’esterno attraverso il numero unico (in via di definizione) da una centrale operativa il cui raggio di azione si estende su tutto il territorio dell’Unione.

    Questa nuova impostazione del servizio sarà attiva dall’1 luglio prossimo.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...