spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vacanze di Natale al caldo? Ecco perché scegliere le Canarie

    Adatte a chi non ama il “bianco Natal” e al posto della neve preferisce calde dune sabbiose... . Con voli diretti da Firenze

    Poco distanti dall’Italia e con un clima temperato tutto l’anno, le Isole Canarie sono tra le destinazioni più gettonate nel periodo natalizio.

    Adatte a chi non ama il “bianco Natal” e al posto della neve preferisce calde dune sabbiose, le isole spagnole permettono di passare un inverno al caldo grazie ai venti Alisei e all’influenza della corrente del Golfo.

    Raggiungibili in sole 4 ore e mezza di aereo, arrivarci è sia veloce che economico grazie ai voli low cost che partono da alcuni aeroporti italiani, come quelli della compagnia di bandiera Binter.

    Da quest’estate, infatti, è possibile acquistare voli diretti Binter da Firenze verso Gran Canaria e approfittare di vantaggiose offerte periodiche.

    La compagnia, nata proprio nell’arcipelago canario, a luglio 2022 ha aggiunto alle tratte di Venezia e Torino quelle sul capoluogo fiorentino.

    Le Isole Canarie nel periodo natalizio

    Come detto in precedenza, le Isole Canarie sono famose per il loro clima temperato tutto l’anno.

    Sotto il periodo natalizio, infatti, la temperatura media massima si aggira attorno ai 20-24 gradi e le precipitazioni sono molto scarse. Un clima perfetto per fare un turismo invernale all’insegna del caldo e delle belle giornate in riva all’oceano.

    Tra una sessione di tintarella e un tuffo fuori stagione, le isole offrono sia relax che svago per i più sportivi, dal ciclismo agli sport acquatici.

    Inoltre, grazie alla diversità naturale delle Canarie, gli amanti delle passeggiate fuori porta potranno organizzare sorprendenti escursioni.

    Tra le più note vi sono il selvaggio Parco Nazionale di Garajonay a La Gomera, il Parco Naturale delle Dune di Corralejo a Fuerteventura, i percorsi escursionistici per esperti del Kiefernwaldidylle a Gran Canaria, le passeggiate sui vulcani di Lanzarote.

    E tutto questo, senza rinunciare allo spirito delle feste: ogni anno, gli scultori di sabbia passano intere settimane a creare l’imponente presepe sulla spiaggia di Las Canteras e nella maggior parte delle località vengono allestiti caratteristici mercatini di Natale ravvivati dai concerti nelle piazze principali. Non mancano poi bancarelle dedicate allo street-food, che propongono pietanze tipiche della cucina canaria.

    Infine, tra i siti archeologici e i complessi storici, l’arcipelago soddisfa anche le esigenze di un turismo all’insegna della scoperta culturale.

    Gran Canaria: l’isola più calda dell’arcipelago

    Come accennato in precedenza, tutte le isole dell’arcipelago sono caratterizzate da un clima mite, una sorta di perenne primavera dalle giornate lunghe e le notti brevi. Tra queste, l’isola di Gran Canaria è la più calda anche in inverno.

    Conosciuta come “il continente in miniatura”, Gran Canaria è particolarmente calda lungo la costa ma le temperature si abbassano nell’entroterra, per via dei picchi montuosi.

    Per gli amanti del mare, la zona più protetta e soleggiata dell’isola è quella a sud-ovest, in cui sarà possibile godere delle spiagge di Playa Amedores, Playa del Cura e quelle nei pressi di Puerto de Moan.

    La città principale di Gran Canaria è Las Palmas, oltre che uno dei capoluoghi della comunità autonoma canaria. Costruita sul mare, è famosa per aver ospitato Cristoforo Colombo prima del suo viaggio verso le Americhe. Ricca di musei, ospita solo in parte il variegato patrimonio culturale dell’arcipelago, poiché delle otto isole che lo compongono ognuna possiede una propria identità storica, ricca e differente per via delle influenze straniere passate.

    Oggi, nella città si alterna un’architettura tipicamente coloniale all’edificazione moderna. Le vie sono ricche di negozi e locali che lasciano spazio ad antiche chiese e musei, di cui Las Palmas ne ospita l’offerta più ampia e variegata.

    Visitando Gran Canaria tra Natale e Capodanno sarà poi possibile vivere il folclore della comunità assistendo ai particolari Balli della Culla, alle ricorrenze religiose o celebrazioni quali la famosa rappresentazione dell’Avvento, e divertirsi agli eventi a tema fino al giungere dell’epifania.

    Tra i vantaggi di visitare l’isola più grande dell’arcipelago a dicembre, oltre al caldo e alle attrazioni, c’è quello di poterla raggiungere in poche ore, approfittando di uno dei voli diretti Binter che partono dall’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...