giovedì 13 Agosto 2020
Altre aree

    Crollo pino nel Piazzone, Lega e San Casciano Civica: “Gravità inaudita, l’amministrazione spieghi perché”

    "Vogliamo che ci spieghi come è possibile che questo sia potuto accadere! Di chi è la responsabilità di questo crollo? Erano stati controllati questi alberi? Quando? Da chi?..."

    SAN CASCIANO – “La caduta del pino nel Piazzone” di San Casciano  del 29 luglio è di una
    gravità inaudita! Non è ammissibile che improvvisamente, oltretutto in assenza di particolari eventi atmosferici (pioggia, vento forte, grandine), possa cadere un pino, per lo più di quelle dimensioni!”.

    Lo dicono i gruppi di opposizione in consiglio comunale di San Casciano Civica e Lega Salvini: “Solo per puro caso – rimarcano – il crollo dell’albero non si è trasformato in tragedia e fortunatamente non ci sono state conseguenze drammatiche per l’uomo e la bambina rimasti coinvolti, per i quali è stato necessario l’intervento del 118 e il trasporto in ospedale per gli accertamenti e le cure necessarie”.

    “Per i sancancianesi – riprendono – il Piazzone è un importante e frequentatissimo luogo di incontro. Prima di tutto è un parco giochi per bambini, nonché punto di ritrovo per ragazzi, adulti e anziani ed è l’area nella quale si svolge il mercato settimanale del lunedì”.

    “Per una fortunata fatalità – aggiungono San Casciano Civica e Lega – l’evento si è verificato alle ore 23 e non in un orario di maggiore affluenza”.

    Poi, incalzano: “Vogliamo che l’amministrazione ci spieghi come è possibile che questo sia potuto accadere! Di chi è la responsabilità di questo crollo? Erano stati controllati questi alberi? Quando? Da chi? Ci sono documenti che attestano l’esito di questi controlli? Come mai nel pino caduto vi erano delle corde nei rami?”.

    # Domani diretta Facebook sulla caduta del pino: dalle 19 il sindaco Roberto Ciappi in diretta sui social

    # Crollo del pino, il sindaco Roberto Ciappi: “La salute del cittadino ferito è ciò che mi sta più a cuore”

    # Il giorno dopo: le immagini del gigante schiantato al suolo nei giardini di piazza della Repubblica

    # Quel pino che si schianta nel cuore di San Casciano. E una sera che non diventa tragedia solo per miracolo

    # FOTO / Ecco qual è il pino che si è schiantato in mezzo ai giardini del Piazzone, a San Casciano

    # Crolla un pino nei giardini del Piazzone: panico nel cuore di San Casciano. Un uomo travolto

    “E alla luce di quanto accaduto – dicono ancora – le stesse domande valgono per tutti gli alberi presenti in tutti i giardini, parchi, strade e in tutti i luoghi pubblici del territorio sancascianese dei quali la responsabilità appartiene al Comune”.

    “Siamo contenti – riflettono – che l’area sia stata posta sotto sequestro dai carabinieri di San Casciano, e che quindi saranno svolte le indagini necessarie per appurare eventuali responsabilità su quanto accaduto”.

    I gruppi consiliari San Casciano Civica e Lega Salvini annunciano, in conclusione, “l’imminente presentazione di una interrogazione urgente al sindaco e all’assessore competente in merito a tale evento che ha creato grande sconcerto e inquietudine tra la popolazione di San Casciano!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino