spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “E’ inconcepibile che permanga il veto sulla mia persona come candidato alle primarie”

    Che l'incontro fra i rappresentanti del Partito democratico di Impruneta e quelli di Sinistra ecologia e libertà, previsto per la sera del 9 gennaio, non fosse riuscito a rimettere insieme i cocci di una coalizione di centrosinistra ormai quasi del tutto naufragata lo si è capito di un durissimo "post" pubblicato su Facebook da Riccardo Lazzerini.

     

    Proprio lui, il nome proposto da Sel per le primarie di coalizione e sul quale il Pd imprunetino ha stoppato tutto. Ed è proprio lui che, con grande durezza, dopo la mezzanotte, esprime tutta la sua rabbia per come si sono messe le cose.

     

    "Il veto persiste – scrive Lazzerini, facendo nomi e cognomi – la segreteria Pd (Luciano Burgassi, Paolo Sestini, Dino Lotti, Liliana Kraft, Giovanni Rigacci, Angiolo Fossati… mi scuso se ho dimenticato qualcuno), adducendo l'elemento rinnovamento ed inaffidabilità, ha ribadito a nome di una presunta comunità, l'incandidabilità del sottoscritto alle primarie di centrosinistra. Indicano, poi, un percorso interno al Pd per la scelta dei candidati e poi si vedrà".

     

    "Rimaniamo in attesa – conclude durissimo Lazzerini – di uno scampolo di democrazia. Il sottoscritto dichiara di essere un cittadino perbene (forse antipatico) che paga le tasse in questo comune".

     

    Adesso c'è da capire come si delineerà il percorso: se è quello indicato da Lazzerini, ovvero primarie interne al Pd fra Marco Pistolesi, Joele Risaliti e Alessio Calamandrei, ci sarà anche da capire se tutti e tre, che avevano presentato le firme per delle primarie di coalizione e non di partito, ci staranno.

     

    Di sicuro, se la strada è questa, la coalizione di centrosinistra (Pd, Psi, Sel, Indignamoci), nata con fatica il 17 dicembre dopo anni di durissima lotta locale, si è già sfasciata sugli scogli. E si tornerà ad avere, ancora una volta, l'anomalia imprunetina. Comune in cui Sel è antagonista al Partito democratico.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...