mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Identità. Etimologia del nome “Pesa”: un altro contributo prezioso

    La toponomastica storica è un elemento fondamentale per la conoscenza del territorio e per comprendere le stratificazioni non solo geografiche del luogo ma anche la storia e le varie popolazioni che su quei luoghi si sono succeduti.

     

    Per quanto riguarda i fiumi, i nomi e di conseguenza la loro etimologia è molto importante perchè permette di avere informazioni storiche che adesso con una paesaggio molto più antropizzato, non sono più facili da leggere.

     

    In Toscana molti idronimi sono di origine romana ma non mancano quelli etruschi come nel caso del torrente Pesa e la cosa non stupisce pensando al profondo legame simbolico e religioso che questo affascinante popolo aveva con l’acqua.

     

    Stando ai più recenti studi, come quello di Giovanni Semerano, nel suo testo “Il popolo che sconfisse la morte. Gli etruschi e la loro lingua”, edito nel 2003, il nome Pesa ha una radice etimologica che lo lega allo “sbocco di un fiume” simile a quella che vale per Pisa a bocca d’Arno.

     

    Il termine, secondo lo studioso, ha radici linguistiche nell’accadico pî- (bocca) e āṣû (che getta fuori).

     

    Un termine quindi che sembrerebbe indicare come il nome della Pesa sia legato al suo ruolo di affluente dell’Arno. Anche altri corsi d’acqua toscani, come il Magra, il Mugnone e la Sieve hanno il nome, secondo Semerano, legato all’antica lingua etrusca.

     

    Daniele Vergari

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino