spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Per pulire il mondo basta iniziare… dagli spazi vicini a noi

    Nell’articolo di questa settimana vorrei parlarvi di una bella iniziativa del Comune di Bagno a Ripoli, ossia la “Festa dell’ambiente” che è una manifestazione promossa dal comune in collaborazione con varie associazioni, tra le quali anche la Onlus alla quale appartengo io ossia la “Clowncare m’illumino d’immenso Onlus”, che ogni anno si preoccupa di ripulire insieme ai cittadini e alle istituzioni gli spazi esterni dell’ospedale di Ponte a Niccheri come i giardini, i parcheggi, l’eliporto.

     

    Quest’anno purtroppo noi non potremo essere presenti per impegni presi precedentemente e ai quali non potevamo rinunciare ed inoltre pulire l’ospedale quest’anno ha poco senso dal momento che nella maggioranza degli spazi esterni sono in corso i lavori di ristrutturazione e ammodernamento dell’ospedale stesso.

     

    Ma questo non significa che il comune di Bagno a Ripoli non organizzerà lo stesso la manifestazione ed infatti sarà fatta dal venerdì 6 alla domenica 8 ottobre.

     

    Ripulire tutti insieme i luoghi in cui viviamo è una cosa bellissima che ci fa sentire parte viva della comunità e ci fa sentire il territorio più vicino al nostro quotidiano, ovviamente oltre ad andare a dare una mano a ripulire dovremmo soprattutto dare una mano durante l’anno a non sporcare o sciupare gli spazi comuni come i giardini, i marciapiedi, le strade, le piazze, i muri, le panchine e tutto quanto sia bene comune fruibile e utilizzabile da tutti noi.

     

    Prendersi cura del luogo dove abitiamo porta bellezza e meraviglia nella nostra vita, trasforma in concretezza la nostra civiltà e il nostro rispetto per gli altri, è insomma una cosa bellissima da fare e da far fare soprattutto ai bambini e agli adolescenti che così imparano il concetto del rispetto dell’ambiente.

     

    Veniamo adesso alle cose concrete, ossia dove sarà fatta, quando sarà fatta e soprattutto come fare per partecipare in prima persona con la nostra famiglia.

     

    Il venerdì 7 ottobre inizieranno i bambini e gli insegnanti delle scuole di Rimaggio e del Padule a ripulire tutti insieme il giardino dei Ponti.

     

    Il sabato 8 e la domenica 9 ottobre invece sarà la volta dei cittadini comuni che, insieme ad un gruppo di migranti ospitati dal comune di Bagno a Ripoli, ripuliranno i seguenti luoghi: Il giardino dei Ponti a Bagno a Ripoli La pista ciclabile che va da Grassina fino a Ponte a Niccheri Il giardino Dante Alighieri di Grassina Per partecipare basterà andare in uno di questi luoghi la mattina alle 9 armati di scope, cassette, sacchetti (qualcosa fornirà anche il Comune ma se ve li portate da casa è ancora meglio, così se qualcuno li scorda non resterà senza) e di tanta voglia di dare una mano e di sentirsi parte bella e attiva della comunità.

     

    Un ritrovo sarà fatto inoltre anche al Circolo di S. Romolo Il sabato pomeriggio al centro di raccolta di Campigliano poi ci sarà la premiazione di tutti quei cittadini che durante l’anno hanno conferito rifiuti speciali e che, così facendo, hanno diritto a uno sconto sulla tariffa stessa.

     

    Quest’anno verranno premiate ben 500 persone, davvero un bel risultato per il comune di Bagno a Ripoli.

     

    Concludendo potremmo dire che preoccuparsi delle cose e degli spazi comuni, non sporcarli, ripulirli per puro senso civico qualora li trovassimo sporchi, differenziare il più possibile, non disperdere rifiuti tossici e non nell’ambiante e vivere pensando che questo mondo non è solo nostro equivale oggi ad essere persone civili.

     

    Invito perciò tutti voi a partecipare a questa attività, a diffonderla tra amici, parenti e figli perchè questa cosa è anche responsabilità individuale di ognuno di noi, sarebbe ora di smettere di pensare: “Qualcuno se ne preoccuperà” perchè quel qualcuno siamo in realtà tutti noi.

     

    Chiudo con una frase bellissima del Mahatma Gandhi sul perchè dovremmo impegnarci in prima persona: “Dovete fare la cosa giusta, può non essere in vostro potere e può essere che nel vostro tempo non vediate alcun frutto. Ma ciò non significa che dovete smettere di fare la cosa giusta. Non si può mai sapere quali risultati produrranno le proprie azioni. Ma se non fate niente non ci sarà alcun risultato".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...