spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le Rsa tornano ad aprirsi: a Villa San Martino, le canzoni delle insegnanti e le letture dei Nonni Favolosi

    Segnali di ritorno alla normalità. Emozioni per la visita delle insegnanti dell'Istituto Comprensivo, che quest'anno hanno cantato al posto dei loro studenti. E per le storie lette dai Nonni

    SAN CASCIANO – Una grande sorpresa per gli ospiti della Rsa Villa San Martino, in via Empolese, per un evento che ha riguardato i docenti dell’Istituto Comprensivo “Il Principe” di San Casciano.

    I quali, dopo aver partecipato al corso di formazione di canto corale tenuto dal Maestro Stefano Cencetti presso lo stesso istituto scolastico, la mattina di venerdì 24 giugno hanno cantato sotto il loggiato della struttura della Villa, davanti a un gruppo di ospiti che hanno apprezzato tantissimo la loro presenza.

    Le voci di Gemma Bianchini, Caterina Finocchi, Carla Ghirlandini, Grazia Giunta, Elisabetta Martini, Francesca Nencioni, Irene Raso, Catia Paolini, Claudia Salvatoni, Mariarosa Toscano, hanno riecheggiato ed allietato la giornata.

    La sorpresa è stata che questa volta a cantare non siano stati, come accaduto in passato, i giovani studenti. Ma le loro maestre.

    “Ringrazio le insegnanti – ha detto la direttrice della Rsa Villa San Martino, Simona Masini – Quest’anno non è stato possibile avere la presenza degli studenti. Per tutti noi quello è un momento di grande gioia ed emozione, oltre ad essere una bella esperienza per tutti”.

    “Ma grazie a queste maestre – ha aggiunto – continuano gli eventi e i progetti che fin dall’apertura della nostra struttura, in particolare a Natale e Pasqua, ci allietano”.

    “Così quest’anno – ha concluso – sono state loro, le maestre, che hanno avuto la bella idea di dare una continuità al progetto. Un segno di ritorno, piano piano, alla normalità”.

    “Vi ringraziamo tanto per averci accolto – ha detto Carla Ghirlandini, che oltre a essere parte del coro è anche vicario del dirigente scolastico, Marco Poli – per noi è una cosa molto bella ed emozionante”.

    “Grazie al Maestro di musica Stefano Cencetti – ha ricordato – con il quale abbiamo praticato un piccolo corso di formazione di canto, abbiamo pensato di chiudere l’anno scolastico cantando per voi”.

    Così sono partite le prime note: “La casetta in Canadà” di Gino Latilla, “Azzurro” di Adriano Celentano, “Volare” di Domenico Modugno, “Il pescatore” di Fabrizio De André, “La violetta” e altri brani popolari.

    Per poi passare al finale con un famosissimo brano tratto dall’opera Nabucco, “Va, pensiero”, di Giuseppe Verdi.

    Con un fuori programma: acclamato per le sue doti di bel canto, è stato invitato a cantare “Va, pensiero” anche un ospite della struttura, il Maestro Bruno.

    Accompagnato al pianoforte dal Maestro Cencetti e dalla voce di Paolo Bacci (anche lui ospite), si è chiuso con un tributo di applausi.

    Nei giorni precedenti, anche i Nonni Favolosi erano tornati ad allietare gli ospiti della struttura con la lettura di racconti e storie.

    E anche lì era stato riannodato un filo che la pandemia è stata solo in grado di interrompere. Ma non di spezzare.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...