Luned́ 21 agosto 2017  19:34
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
immagine GIORNALISTI A SCUOLA
GIORNALISTI A SCUOLA
In collaborazione con
I.S.I.S. "Gobetti-Volta"
Identikit

Un laboratorio di giornalismo che ormai va avanti da oltre due anni, grazie alla splendida collaborazione degli insegnanti e della dirigenza dell'Istituto Statale di Istruzione Superiore "Gobetti-Volta" di Bagno a Ripoli.

Il Gazzettino del Chianti ha deciso quindi di dare una organicità a questa collaborazione creando questo apposito spazio in cui troveranno spazio tutti gli articoli scritti dagli studenti e dalle studentesse di quella che è l'unica scuola superiore presente nel nostro territorio.

Scriveranno anche di questo, del territorio in cui vivono e dal quale tutti i giorni "partono" per andare a scuola. Ma anche della scuola stessa, di quello che vi accade.

Articoli scritti da ragazzi dalla prima alla quinta superiore, seguiti dalla nostra redazione ma lasciati liberi nella scelta degli argomenti. Anche di sbagliare. In un piccolo-grande laboratorio di giornalismo aperto e plurale. Buona lettura!

GIORNALISTI A SCUOLA
23.05.2017
Nuova opportunità al Gobetti-Volta: l'opzione italo-inglese scelta da tantissimi
immagine

Dal prossimo anno scolastico l'istituto Gobetti -Volta sarà arricchito da un nuovo indirizzo: il liceo a opzione italo-inglese.

 

La professoressa Elisabetta Paoli ha preso parte attivamente alla realizzazione di questo progetto e ci ha fornito tutte le informazioni, sottolineando le novità di questo indirizzo.

 

“Le iscrizioni si sono già concluse - inizia - e verranno formate tre nuove classi prime a opzione italo-inglese e due classi di liceo linguistico ordinario. Le classi saranno divise in base alla prima e seconda lingua e saranno poi ridivise a loro volta in base alla terza, come nell'ordinario. Questo faciliterà l'organizzazione della scuola e permetterà ai ragazzi di poter studiare le lingue scelte. Ogni classe sarà composta da circa trenta studenti”.

 

Tante sono dunque le famiglie i cui figli hanno scelto questo nuovo indirizzo, segno che molti ragazzi affrontano l’inizio della scuola superiore con entusiasmo e senza paura di doversi impegnare troppo, visto che il nuovo indirizzo comprende un monte orario maggiore.

 

Infatti “ogni anno saranno aggiunte tre ore rispetto all'ordinario” spiega la professoressa Paoli “nel biennio, anziché ventisette ore alla settimana, saranno trenta e nel triennio anziché trenta, saranno trentatré. Queste ore supplementari saranno una di inglese e due della materia che i ragazzi dovranno studiare in inglese per l'esame che dovranno affrontare a fine anno. Nel biennio gli esami saranno di geografia, in terza di matematica, in quarta di biologia e in quinta di storia, oltre agli esami che dovranno affrontare anche i ragazzi del liceo linguistico ordinario”.

 

Come avviene già da tempo nel nostro liceo, tutti gli studenti al quarto anno avranno l'opportunità di praticare sia in Italia che all'estero la scuola lavoro, con la quale potranno esercitarsi nelle lingue che studiano a scuola per migliorarle, ma anche mettere in pratica le loro capacità lavorative.

 

“Alla fine dei cinque anni - dice ancora la professoressa Paoli - gli alunni riceveranno un doppio diploma: oltre a quello italiano anche quello inglese. Grazie a questo diploma gli alunni avranno una maggiore possibilità di accedere alle università che richiedono titoli in più e la maturità inglese è uno di questi”.

 

Molti insegnati hanno dato la loro disponibilità per insegnare in queste nuove sezioni. La preside, inoltre, è stata molto felice di offrire questa opportunità agli alunni per migliorare il livello della scuola e arricchire il suo “ curriculum”.

“Non ci aspettavamo questo grande boom di iscrizioni per il nuovo indirizzo” confessa la professoressa Paoli “questo ci ha reso molto felici e secondo me significa che i genitori di oggi sono interessati a far avere ai loro figli un avvicinamento al bilinguismo.”

 

Il 26 maggio nell’ambito del “Cambridge day”, verrà illustrato questo nuovo percorso del liceo a opzione italo-inglese. Genitori, futuri alunni e presenti potranno porre domande per comprendere meglio la partenza di questa nuova avventura!

 

Articolo di di Chiara Bianchini, Emuly Brogi, Sara Pinzani

ARCHIVIO RUBRICA