mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    L’intervento di Vanni Guarnieri: “Vi racconto io l’origine del toponimo Pesa”

    Leggo sul vostro giornale della domanda dei ragazzi di Montelupo sull'origine del toponimo "Pesa".

     

    Un testo fondamentale per questo tipo di ricerche è quello del glottologo Silvio Pieri "Toponomastica della valle dell'Arno", edito intorno al 1919 a Firenze.

     

    L'ho consultato nella biblioteca di mio padre, il compianto Ennio Guarnieri, autore de "I tabernacoli di Firenze" e insieme a Piero Bargellini di opere quali "Firenze delle torri" e "Le strade di Firenze".

     

    Cercando di facilitare una ricerca alternativa alla biblioteca ho trovato in rete una presentazione di Alberto Nocentini, glottologo dell'Ateneo fiorentino, che a pag. 2 riporta proprio la risposta alla domanda dei ragazzi.

     

    Il toponimo Pesa deriva dal latino "pensa", ovvero "(acqua) pendente". Sono quindi contento di condividere con i ragazzi, a cui faccio i miei migliori auguri di buon lavoro, i risultati di questa mia piccola ricerca.

     

    Cordiali saluti.

     

    Vanni Guarnieri

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino