mercoledì 30 Settembre 2020
Altre aree

    Pino crollato nel Piazzone, il sindaco: “Controllato, classificato, monitorato. Non doveva essere abbattuto”

    "Dobbiamo trovare le cause affinché non si verifichino altre situazioni di questo tipo. Gli inquirenti, dopo le verifiche svolte, hanno già autorizzato la rimozione di parte dell'albero"

    SAN CASCIANO – “Abbiamo scelto di fare una diretta Facebook con la consueta trasparenza e chiarezza che hanno contraddistinto l’azione dell’amministrazione comunale. Cercando di dare tutte le risposte che possiamo dare in questo momento in merito alla caduta del pino più grande del parco del Piazzone”.

    Ha iniziato così, alle 19 in punto di oggi, la sua diretta (in realtà una sorta di videomessaggio) su Facebook il sindaco Roberto Ciappi.

    Dando, a distanza di quasi tre giorni da quel crollo di mercoledì 29 luglio, le prime risposte ufficiali da parte dell’amministrazione comunale di San Casciano.

    Iniziando “prima di tutto con un pensiero alla bambina, già a casa, e all’uomo, tuttora in ospedale. Gli mando un grande abbraccio: spero che chi lo conosce possa stargli vicino. Questa situazione deve farci vedere una volta di più la grande comunità che siamo”.

    “Come sapete – ha ripreso rivolto ai cittadini – l’area è tuttora sequestrata, probabilmente ci saranno delle indagini che accerteranno motivi ed eventuali responsabilità del crollo”.

    Pubblicato da Roberto Ciappi Sindaco su Sabato 1 agosto 2020

    “Il pino in questione – ha spiegato Ciappi – come il resto del patrimonio arboreo sancascianese è stato controllato, monitorato, classificato, ed esaminato attentamente in base alle sue condizioni di stabilità. E’ stato oggetto di numerose verifiche documentate da apposite relazioni. E non rientrava fra quelle piante che dovevano essere abbattute. Dopo il controllo del 2018 è stata effettuata la messa in sicurezza dei rami, con cavi dinamici”.

    “Lo scorso anno – ha detto ancora Ciappi – è stato eseguito il censimento del patrimonio arboreo dell’intero comune; si tratta di un lavoro facilmente verificabile vedendo i cartellini su ogni albero. Ogni pianta è geolocalizzata: del resto questo è un tema sul quale il Comune ha posto grande attenzione, per facilitare la convivenza fra tessuto urbano ed esigenze naturalistiche”.

    Poi ha ricordato che sono state “più di 100 le piante recentemente sottoposte ad opportune potature da parte di professionisti. Nei casi in cui i tecnici abbiano rilevato esigenze sono state effettuate anche prove di trazione e tomografia”.

    “Abbiamo messo in atto – ha aggiunto – un programma di interventi di manutenzione straordinaria di alberature presenti nelle aree pubbliche, stanziando circa 60mila euro. Fa parte di questi interventi l’installazione dei cavi dinamici sul pino in questione”.

    “Mi preme sottolineare – ha detto ancora – che nell’ultimo anno non abbiamo ricevuto nessuna segnalazione dai cittadini su quell’albero. E che prima dell’incidente erano già state stanziate le risorse per conferire un ulteriore incarico per effettuere ulteriori valutazioni tecniche agronomiche sulle piante, seguendo un prpo”.

    “Detto questo – ha annunciato – dobbiamo trovare le cause affinché non si verifichino altre situazioni di questo tipo. Gli inquirenti, dopo le verifiche svolte, hanno già autorizzato la rimozione di parte dell’albero, della chioma, lasciando una parte del tronco e delle radici. Ci adopereremo perché avvenga rapidamente: per questo lunedì il mercato subirà leggere modifiche di posizionamento”.

    Ciappi ha concluso invitando “a segnalare le situazioni sospette, avendo 33 parchi pubblici. Con l’aiuto di tutti siamo in grado di lavorare meglio”.

    # La storia: quel pino, piantato nel Piazzone fra il ’32 e il ’36. E intitolato alla memoria di Arnaldo Mussolini

    # Crollo pino nel Piazzone, Lega e San Casciano Civica: “Gravità inaudita, l’amministrazione spieghi perché”

    # Domani diretta Facebook sulla caduta del pino: dalle 19 il sindaco Roberto Ciappi in diretta sui social

    # Crollo del pino, il sindaco Roberto Ciappi: “La salute del cittadino ferito è ciò che mi sta più a cuore”

    # Il giorno dopo: le immagini del gigante schiantato al suolo nei giardini di piazza della Repubblica

    # Quel pino che si schianta nel cuore di San Casciano. E una sera che non diventa tragedia solo per miracolo

    # FOTO / Ecco qual è il pino che si è schiantato in mezzo ai giardini del Piazzone, a San Casciano

    # Crolla un pino nei giardini del Piazzone: panico nel cuore di San Casciano. Un uomo travolto

    RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino