spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 15 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un’oasi di Giappone nel cuore del Chianti fiorentino: fra cultura e tradizione

    Da molti anni la scuola elementare “Sandro Pertini” di Sorgane ospita corsi di lingua e scrittura giapponese per bambini nati da coppie formate da un genitore italiano e uno proveniente dal Giappone, che abitano sul nostro territorio, in particolare a Greve in Chianti.

    Sono molte le madri dagli occhi a mandorla che hanno piacere di far conoscere ai figli le proprie origini.

    “I corsi sono organizzati in modo da conservare e valorizzare la lingua e la cultura d’origine – spiega la signora Masumi Matsuura, presidente dell’associazione giapponese in Toscana – ma l’iniziativa ha come scopo il sostegno reciproco che le famiglie possono darsi all’interno della comunità; i bambini figli unici, ad esempio, hanno instaurato un rapporto di fratellanza fra di loro”.

    Gli alunni che frequentano i corsi sono circa 120. Hanno dai 3 ai 18 anni e i più grandi affermano sorridendo: “Ci sentiamo giapponesi all’interno del cancello della scuola e toscani all’esterno”.

    Le storie che le signore giapponesi raccontano si somigliano molto: “Mi sono trasferita circa vent’anni fa, un po’ per la bellezza del territorio, un po’ per il lavoro”, spiega  Miyuki Sakata, madre di un bambino di sette anni che frequenta la seconda elementare.

    “Inizialmente abbiamo avuto problemi con la lingua – continua la signora Sakata – e mi sono integrata perfettamente nella comunità italiana, dato che aver sposato un fiorentino mi ha facilitato molto, soprattutto nelle le amicizie”.

    “Nonostante ci troviamo così bene in Italia – racconta Tomomi Ichikawa – tutte noi sentiamo la mancanza dei parenti che abitano in Giappone e di alcune tradizioni tipiche del posto, come ad esempio i bagni bollenti. Anche il cibo è molto diverso da quello italiano e per questo cerchiamo di trascorrere le vacanze estive in patria”.

    I bambini, però, devono fare i conti con la scuola estiva che frequentano nel mese di luglio in Giappone:  “Quando tornano dalle vacanze estive – afferma alquanto divertita la signora Matsuura – i bambini conoscono la lingua perfettamente ma, dopo qualche mese in Italia, tendono a scordarla di nuovo”.

    Tutte le signore sono concordi quando affermano che “gradiamo molto la cucina toscana e i prodotti del territorio del Chianti, soprattutto il vino e l’olio”.

    I padri giapponesi sono in numero minore: Toku Katayama ha una storia bella e particolare.

    “Sono figlio di due giapponesi ma sono nato nel territorio del Chianti. Ho studiato alla scuola Pertini le tradizioni e la scrittura ideografica. Adesso che sono padre ho deciso di portare qui anche mia figlia di quattro anni e mia moglie fiorentina che seguirà i corsi di giapponese per adulti”.

    La giornata e l’incontro si sono conclusi con i cordiali saluti da parte della presidente signora Masumi Matsuura e con il suo grazioso cenno della testa, simile a un inchino, tipico della cultura giapponese.

    Articolo di Teresa Carrozza e Chiara Castrovilli, con l’aiuto di Sofia Innocenti

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Un laboratorio di giornalismo che ormai va avanti da oltre due anni, grazie alla splendida collaborazione degli insegnanti e della dirigenza dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Gobetti-Volta” di Bagno a Ripoli.

    Il Gazzettino del Chianti ha deciso quindi di dare una organicità a questa collaborazione creando questo apposito spazio in cui troveranno spazio tutti gli articoli scritti dagli studenti e dalle studentesse di quella che è l’unica scuola superiore presente nel nostro territorio.

    Scriveranno anche di questo, del territorio in cui vivono e dal quale tutti i giorni “partono” per andare a scuola. Ma anche della scuola stessa, di quello che vi accade.

    Articoli scritti da ragazzi dalla prima alla quinta superiore, seguiti dalla nostra redazione ma lasciati liberi nella scelta degli argomenti. Anche di sbagliare. In un piccolo-grande laboratorio di giornalismo aperto e plurale. Buona lettura!

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...