spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Indiscrezione: Simone Verniani starebbe pensando di candidarsi con una lista…sua

    Scottato dalla decisione del centrodestra, il consigliere uscente della Lega starebbe pensando a una mossa clamorosa

    GREVE IN CHIANTI – Forse è destinata a rimanere solo una ipotesi di “fantapolitica”. Anche perché i tempi sono strettissimi, quasi impossibili: la presentazione delle liste che concorrono alle elezioni amministrative del 26 maggio scade il 27 aprile.

     

    Simone Verniani, consigliere comunale uscente della Lega, a dire poco scottato dalla decisione del centrodestra di non candidarlo a sindaco (è stato scelto l’avvocato scandiccese Claudio Gemelli) starebbe pensando a una mossa clamorosa.

     

    Figlia anche della sua decisione di andarsene sbattendo la porta, non accettando di candidarsi in consiglio comunale con il centrodestra.

     

    Candidarsi a sindaco “in proprio”, con una lista civica. Ci sta pensando Verniani, spinto anche da chi lo ha sostenuto in questi mesi.

     

    Ci sarebbe già anche il nome della lista, “Greve c’è”: sono ore febbrili per il diretto interessato, che sta cercando di capire quanto possa essere praticabile questa strada. E soprattutto quanto possa essere sostenuta dagli elettori grevigiani.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...