spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, Carnevale Medievale con temperature estive: qualche malore fra il pubblico

    In particolare, un uomo di 76 anni è stato soccorso in piazza della Repubblica: portato in ospedale in codice giallo, sfilata partita un po' in ritardo per agevolare i soccorsi

    SAN CASCIANO – Un Carnevale Medievale Sancascianese di inizio aprile con temperature estive quello che si è svolto oggi, domenica 7 aprile, nel capoluogo chiantigiano.

    In particolare attorno alle 15, orario di partenza fissato per la sfilata delle cinque contrade, si toccava quota 25 gradi.

    Tanto che fra il pubblico accorso numeroso per seguire la manifestazione, si è registrato qualche malore.

    Nulla di grave, per fortuna, ma servizi di soccorso impegnati per garantire assistenza.

    In particolare a un uomo di 76 anni, che si è sentito male in piazza della Repubblica, poco prima dell’avvio della sfilata di Gallo, Torre, Giglio, Cavallo e Leone.

    Subito soccorso, è stato trasportato all’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri in codice giallo.

    Le necessità del soccorso hanno fatto ritardare di alcuni minuti l’inizio della sfilata delle contrade.

    Altri interventi poi, a seguire, durante il pomeriggio. Soccorsa anche una donna di 85 anni, trasportata in codice verde al Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri.

    Intervento dei sanitari anche per una donna di 53 anni, in codice verde, in piazza Pierozzi.

    Per lei, comunque, non si è reso neanche necessario il trasporto in ospedale.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...