spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al ristorante Sassi Neri (Villa Cesi) di Impruneta uno speciale menu di primavera dal 23 al 25 aprile

    Lo si potrà scegliere sia a pranzo che a cena, previa prenotazione: sapori di stagione, prodotti al top, scenario da favola. Insomma... cosa aspettate?

    IMPRUNETA – Al ristorante Sassi Neri di Impruneta, nella meravigliosa cornice di Villa Cesi, la primavera viene salutata con un menu davvero speciale.

    Tutto da gustare in una location unica, magari nella loggia (che vedete in foto sopra), che… si presenta da sola.

    Il menù sarà fisso e valido dal 23 al 25 aprile sia pranzo che a cena, previa prenotazione.

    Tortino ai fiori di zucca e salsa allo zafferano come antipasto.

    Come primo piatto dei golosissimi pici con fave e pecorino stagionato e gocce di aceto balsamico.

    Per secondo piatto c’è la tartare di chianina, con uova poche e senape di digione.

    Come dessert, una superba bavarese alle fragole.

    Il prezzo è di 38 euro a persona: qui sotto tutte le info utili per prenotare. Sbrigatevi… .

    “Oltre al Menù primavera – dicono dallo staff del ristorante Sassi Neri – ci sarà anche il nostro Menù alla Carta“.

    Menu di primavera 23-25

    Per rimanere aggiornati su tutti gli appuntamenti, per informazioni e prenotazioni:

    Mail: info@sassinerirestaurant.com

    Sito web: www.sassinerirestaurant.it

    Telefono: 0552011186

    Instagram: https://www.instagram.com/sassineri_restaurant/

    Facebook: https://www.facebook.com/profile.php?id=100091789699467 

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...