spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ruba auto (con le chiavi inserite) in piazza a Tavarnelle: rintracciata nel modenese. Denunciata, mezzo restituito

    Mezzo preso il 9 settembre, indagini immediate dei carabinieri di Barberino Tavarnelle; la 35enne rintracciata martedì 13 settembre

    BARBERINO TAVARNELLE – Non era certo parte di una “banda” dedita al furto di autoveicoli, per rivendita o per compiere altri reati (furti in appartamento, spaccate…).

    Ma, imbattutasi in un mezzo con le chiavi inserite nel quadro (cosa, ovviamente, da non fare neanche per pochi secondi), ha pensato bene che le potesse tornare utile per spostarsi da Tavarnelle all’Emilia Romagna.

    Ma ha dovuto fare i conti con la rapidità d’azione dei carabinieri della Stazione di Barberino Tavarnelle, coordinati dal luogotenente Giuseppe Cantarero.

    I fatti: nel corso della mattinata di ieri, martedì 13 settembre, i carabinieri di Barberino Tavarnelle, a seguito di accertamenti, hanno deferito in stato di libertà una donna, 35enne straniera, senza fissa dimora, già con precedenti.

    Dall’analisi dei sistemi di videosorveglianza e dalle informazioni acquisite (fin da subito le indagini sul posto avevano portato a indicare una donna che si aggirava con fare circospetto), era stata individuata come responsabile del furto di un’autovettura.

    Portata via lo scorso 9 settembre mentre era parcheggiata con le chiavi inserite in piazza Matteotti.

    In particolare, il veicolo dopo essere stato rubato, è stato rinvenuto lo stesso giorno a Castelfranco Emilia, dalla polizia municipale di San Cesario sul Panaro (Modena).

    I successivi accertamenti hanno permesso di individuare la donna, che è stata deferita in stato di libertà per l’ipotesi di furto aggravato.

    L’auto è stata restituita al legittimo proprietario.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...