spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sagra del Cinghiale 2019: edizione super a Chiocchio, 10 giorni!

    Dal 24 aprile al 5 maggio, pranzi e cene (vi diamo tutto il programma) cucinati con maestria. Cinghiale... ma non solo

    CHIOCCHIO (GREVE IN CHIANTI) – Sarà un'edizione super quella di quest'anno per la Sagra del Cinghiale al circolo Arci di Chiocchio: ben 10 infatti i giorni in cui sarà possibile gustare le specialità cucinate nella casa del popolo sulle colline chiantigiane.

     

    Vediamoli nel dettaglio, sono ben 14 appuntamenti a tavola, fra pranzi e cenemercoledì 24 aprile cena, giovedì 25 aprile pranzo/cena, venerdì 26 aprile cena, sabato 27 aprile cena, domenica 28 aprile pranzo/cena, martedì 30 aprile cena, mercoledì 1 maggio pranzo/cena, venerdì 3 maggio cena, sabato 4 maggio cena, domenica 5 maggio pranzo/cena.

     

    Cinghiale (ovviamente), ma non solo: antipasti, primi, secondi, grigliate… .  I volontari sono già tutti pronti, i fornelli sono accesi, il sugo è sul fuoco.

     

     

     

    Nella scorsa edizione il successo è stato enorme, "speriamo di ripetere lo stesso risultato anche quest'anno" dicono dal circolo Arci di Chiocchio

     

    Segnaliamo anche alcuni eventi collaterali: Passeggiata della Memoria giovedì 25 aprile alle 8, dalla Panca a Pian dell'Albero; Torneo di Briscola a Coppie lunedì 29 aprile alle 20.30 (ricchi premi, prenotare telefonando a 3338553822 – 055 8572319.

     

    Info: www.arcichiocchio.it.

     

     

    CONTENUTO SPONSORIZZATO

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...