spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 18 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In fiamme quattro ettari di terreno al Ferrone: minuti di paura per alcuni residenti

    In fumo vigne dismesse e un casotto in disuso. Decisivo l'intervento dei volontari delle sezione de La Racchetta di Panzano in Chianti, San Casciano e Ferrone

    FERRONE (GREVE IN CHIANTI-IMPRUNETA) – Circa quattro ettari e mezzo di una vecchia vigna dismessa e parte del terreno di una cava (anche questa dismessa), sono andati a fuoco nel pomeriggio di giovedì 14 ottobre sotto la Fattoria di Poneta, sopra la frazione del Ferrone.

    Preoccupazione da parte di alcuni residenti della frazione quando hanno visto il denso fumo che spingeva verso le case i residui della bruciatura, tanto che hanno chiamato i vigili del fuoco.

    Ma ad arrivare immediatamente sul posto sono stati i volontari delle sezioni della Protezione Civile  La Racchetta del Ferrone, Panzano in Chianti e San Casciano.

    Il fuoco, alimentato, anche dal vento, ha “mangiato” parte di una vigna dismessa, ma anche il casotto in disuso nella cava.

    Con i fuoristrada i volontari sono riusciti a scendere dal pendio e hanno subito impedito che il fuoco attaccasse il vasto bosco adiacente, poi sono riusciti a spengere le fiamme prendendole in più punti, per poi avere la meglio.

    Sul posto anche una squadra dei vigili del fuoco che, visto il risultato ottenuto dai volontari, ha fatto rifornimento di acqua ai fuoristrada de La Racchetta.

    Rimasti infine sul posto per bonificare la zona e prevenire eventuali riprese. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...