domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    ChiantiBanca, il Cda approva il progetto di bilancio 2020: utile di oltre 8 milioni e mezzo di euro

    Adesso verrà sottoposto all'assemblea dei soci del 29 aprile (non in presenza). Raggiunta quasi quota 28mila soci (quinta Bcc in Italia per numero)

    SAN CASCIANO – Il consiglio di amministrazione di ChiantiBanca ha approvato il progetto di bilancio 2020 chiuso con un utile netto di 8.712.789.

    “Gli importanti risultati e il livello di solidità raggiunti – si legge in una nota dell’istituto di credito – trovano conferma in tutti i più significativi indicatori, a partire dalla sensibile crescita di patrimonio netto (206,8 milioni, 7,6 in più rispetto all’esercizio 2019) e patrimonio di primaria qualità (Cet 1: 12,80% dall’11,61%)”.

    “Da sottolineare – si rimarca – l’accelerazione del percorso di miglioramento del profilo creditizio, espresso attraverso la riqualificazione degli attivi, con particolare attenzione ai crediti non performanti (Npl), ridotti dal 15,5% al 12%, e al tasso di copertura del credito deteriorato (67,20% sulle sofferenze e 51,98% sul dato complessivo)”.

    “In evidenza anche il progressivo incremento della compagine sociale – si sottolinea – composta da quasi 28.000 unità, quinta Bcc in Italia come numero di soci, e il sostegno fornito in termini di nuove garanzie governative: evase oltre 4.350 pratiche per complessivi 180 milioni erogati”.

    “L’aiuto al territorio – si specifica – viene espresso anche attraverso sponsorizzazioni, contributi e beneficenza: nel 2020 gli interventi hanno superato il milione e mezzo, grazie anche all’impegno condiviso con Fondazione ChiantiBanca e ChiantiMutua”.

    Il progetto di bilancio sarà sottoposto all’approvazione dell’assemblea annuale dei soci, “che si terrà – spiega la banca – giovedì 29 aprile (in seconda convocazione) senza la presenza fisica dei soci in virtù delle restrizioni dovute all’emergenza del momento: l’espressione di voto, così come avvenne lo scorso anno, potrà essere espressa unicamente conferendo delega al rappresentante designato, individuato nel notaio Marcello Focosi“.

    “ChiantiBanca è una realtà sana, con basi solide e prospettive ambiziose – dice il presidente
    Cristiano Iacopozzi – che continua a operare a sostegno di Soci e clienti, i cui attestati di stima e fiducia danno forza al lavoro di un consiglio di amministrazione che ormai da quattro anni lavora in grande
    armonia”.

    “Siamo riusciti a sostenere territori e comunità di riferimento – conclude il direttore generale Mirco Romoli – nonostante le problematiche connesse alla pandemia, accelerando allo stesso tempo il percorso di rafforzamento patrimoniale e mantenendo una redditività in linea con le previsioni di budget”. 

    Al centro il presidente Cristiano Iacopozzi, primo da destra il dg Mirco Romoli

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...