spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Caro bollette, il Comune di Bagno a Ripoli spegne i termosifoni per alcune ore durante la settimana

    L'iniziativa, al via nel giorno di M'illumino di meno, punta a ridurre il consumo di energia. Riscaldamenti spenti nei pomeriggi

    BAGNO A RIPOLI – Il Comune di Bagno a Ripoli “abbassa” i termosifoni. Il martedì e il giovedì si spegneranno alle 16, lunedì, mercoledì e venerdì staccheranno alle 14.

    Una decisione della giunta comunale all’insegna della sostenibilità, al via non a caso nel giorno dell’iniziativa nazionale per il risparmio energetico M’illumino di meno, che ha come obiettivo quello di evitare consumi impropri di energia e calmierare, allo stesso tempo, i costi in bolletta. 

    “Il problema energetico è strettamente correlato alla tutela dell’ambiente – spiegano il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’ambiente Enrico Minelli – per produrre energia si consumano grandi quantità di risorse ambientali, le fonti di energia più utilizzate sono quelle fossili, come carbone e petrolio, la cui combustione è altamente inquinante e responsabile dell’aumento dell’effetto serra e dei conseguenti mutamenti climatici”.

    “Spegnendo qualche ora prima del previsto i termosifoni – rimarcano – ridurremo i consumi con benefici per l’ambiente e per le bollette, destinate purtroppo ad aumentare a causa del caro energia e alla luce della drammatica situazione internazionale”.

    Il caro-bollette, solo per il Comune, inciderà per una cifra di circa 300mila all’anno sulle casse comunali. 

    Il riscaldamento sarà calmierato nei soli luoghi di lavoro, senza intervenire nelle strutture sociali e nelle scuole.

    “Inizieremo dai pomeriggi in cui c’è meno affluenza nei pubblici uffici – dicono sindaco e assessore – approfittando della stagione mite in arrivo, per non creare disagi al personale e alla cittadinanza”.

    “Ma vorremmo estendere l’iniziativa – concludono – e anzi lanciamo un appello ai cittadini a ridurre, dove possibile, il riscaldamento anche nelle abitazioni private”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...