spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Riconoscimento pubblico per i 24 “maturi” che nel 2012/2013 hanno superato “quota 90”

    BAGNO A RIPOLI – Venerdì 4 ottobre, nelle sala consiliare Falcone e Borsellino, si è svolta la sesta edizione dell'iniziativa "Diploma Premiato", realizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con l'Istituto Isis Gobetti Volta.

     

    Sono stati premiati i ragazzi che hanno ottenuto alla Maturità 2012/2013 una votazione superiore a 90/100, in totale 24 studenti. Ai diciassette 90-99 sono stati consegnati una pergamena-attestato personalizzata e un ingresso gratuito alla Mostra “Francesco Granacci e Giovanni Larciani all'Oratorio di Santa Caterina all'Antella”, mentre ai cinque 100 e due 100 e lode, oltre alla pergamena, andranno un ingresso gratuito alla mostra, uno al Teatro Comunale di Antella per la Stagione teatrale 2013-2014, gentilmente offerto dall'A.C. Archetipo, e due al cinema del circolo Crc Antella, gentilmente offerti dalla presidenza del circolo.

     

    Alla manifestazione, presieduta dal sindaco Luciano Bartolini e dal dirigente vicario del Gobetti-Volta Paolo Boncinelli e introdotta dall'assessore alle politiche educative e formative Rita Guidetti, che ne ha spiegato le motivazioni, erano stati invitati alcuni giovani imprenditori che si sono particolarmente distinti nel mondo lavorativo.

     

    Hanno dunque parlato della loro esperienza Laura Guerrini, ex assessore che attualmente lavora a Londra in uno studio internazionale di ingegneri e architetti, dove è impegnata in un importante progetto di recupero architettonico; Oliviero Roggi, docente di Finanza aziendale presso l'Università di Firenze e professore di finanza alla Leonard N. Stern School of Business di New York; Uliano Lastrucci, diplomato alla London Business School e manager della Boston Consultingp; Susanne Ritterhaus, rappresentante del socio di maggioranza della Hospital Consulting, con sede a Grassina.

     

    Erano presenti anche, freschi del successo ottenuto a "Trieste Next – Italia x 10", rassegna di progetti di giovani, Alessio Pampaloni, Lorenzo Biffoli, Tommaso Ristori, Lorenzo Maddii Fabiani, i quattro giovani di Antella che hanno realizzato con successo l'esperimento del lancio di un pallone aerostatico nella stratosfera che ha raggiunto l'altezza di 32 km.

     

    “Un nuovo appuntamento per il Diploma Premiato – ha dichiarato il sindaco Luciano Bartolini – all'insegna dei giovani talenti e dell'internazionalità. Nella sala gremita di ragazzi e parenti abbiamo percepito una grande energia e la spinta emotiva e intellettuale di quanti credono in quello che studiano e in ciò che poi realizzano in concreto".

     

    "È così – ha proseguito – che la nostra consueta scelta di premiare gli studenti che hanno ottenuto i risultati scolastici migliori, alla cui volontà e al cui merito va il nostro applauso, si è accompagnata quest'anno ad una serie di testimonial divisi dai neodiplomati da una manciata di anni e quindi vicini a loro per punti di visione del mondo ed orizzonti: giovani eccellenti, che hanno raggiunto ottimi risultati professionali subito dopo la conclusione del percorso formativo, i quali si sono raccontati ai loro immediati successori di generazione".

     

    "Un altro aspetto che abbiamo inteso valorizzare con il Diploma Premiato 2013 – ha concluso – è l'internazionalità del sapere e del saper fare. I nostri testimonial, infatti, hanno varcato e varcano i confini del nostro Paese, confini che, per molti aspetti, non esistono praticamente più, sostituiti da prospettive e sviluppi pressoché in ogni luogo del mondo”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...