spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I grandi film del regista toscano proiettati al Teatro Comunale dell’Antella: da non perdere

    Il Comune di Bagno a Ripoli organizza la rassegna "Al cinema con Alessandro Benvenuti", che si svolgerà al Teatro Comunale di Antella da giovedì 31 gennaio a giovedì 21 febbraio, secondo il seguente programma (tutte le serate iniziano alle ore 21 e sono a ingresso libero).

     

    – 31 gennaio: proiezione del film "Zitti e Mosca". Introduzione di Giovanni Bogani. Saranno presenti l'attore Giorgio Ariani e Philippe Chellini ed Enrico Zoi, autori del libro "Zitti e Mosca, il film di Alessandro Benvenuti 20 anni dopo".

     

    – 12 febbraio: proiezione del film "Benvenuti in casa Gori" (in foto una scena). Introduzione di Roberto Incerti. Saranno presenti gli attori Carlo Monni e il giornalista Matteo Pucci, ed Enrico Zoi, autore del libro "Bentornati in casa Gori, Storie, personaggi e attori nel libro di Alessandro Benvenuti".

    – 14 febbraio: proiezione del film "Ritorno a casa Gori". Introduzione di Enrico Zoi. Sarà presente l'attrice Gianna Giachetti.

     

    – 21 febbraio: proiezione del film "Ivo il tardivo". Introduzione di Philippe Chellini. Sarà presente Alessandro Benvenuti.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...