mercoledì 3 Marzo 2021
Altre aree

    Dalla Regione Toscana oltre 2 milioni per realizzare alloggi in autocostruzione e autorecupero

    Ai destinatari un contributo tecnico amministrativo per attività di coordinamento tecnico e formazione e un contributo lavori, a parziale copertura delle spese, fino a un massimo di 45.000 euro a alloggio

    FIRENZE – E’ stata approvata la graduatoria per l’assegnazione di contributi regionali a favore di cooperative per la realizzazione di alloggi sociali in autocostruzione o autorecupero: grazie a un intervento da 2.250.000 euro saranno realizzati 50 alloggi.

    I progetti selezionati saranno localizzati nei Comuni di Firenze, Campi Bisenzio e Terranuova Bracciolini.

    Ai destinatari sarà erogato un contributo tecnico amministrativo per attività di coordinamento tecnico e formazione e un contributo lavori, a parziale copertura delle spese di intervento, fino a un massimo di 45.000 euro a alloggio.

    Con autocostruzione e autorecupero si intendono quelle modalità di intervento in cui i futuri proprietari partecipano direttamente e spesso anche materialmente al processo di realizzazione del loro alloggio.

    In questo caso per poter partecipare al bando era necessario che i potenziali destinatari fossero organizzati in cooperative.

    Nella domanda doveva essere prevista la realizzazione di interventi finalizzati a favorire maggiormente le relazioni umane e sociali, attraverso forme di partecipazione diretta dei destinatari alla progettazione, alla realizzazione e alla successiva gestione degli alloggi.

    Si richiedeva anche che fossero previsti spazi di aggregazione e di condivisione, o servizi comuni per accentuare le caratteristiche dell’intervento mirato alla costruzione di relazioni umane e sociali all’interno del percorso di ricerca di soluzioni abitative.

    Serena Spinelli, assessore regionale, di Sinistra Civica Ecologista

    “Con questo intervento – ha commentato l’assessora alle politiche sociali Serena Spinelli – la Regione vuol sostenere percorsi virtuosi in cui i cittadini sono protagonisti di una scelta importante come quella dell’abitazione”.

    “Una scelta – aggiunge – nella quale viene posta una grande attenzione anche sulle caratteristiche di sostenibilità dell’immobile e sulla capacità di renderlo strumento di relazione”.

    “Perché la qualità dell’abitare – conclude – è una parte fondamentale della qualità del vivere.”

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...