spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Malore improvviso: muore 52enne in via Veneto, nel cuore di Greve in Chianti

    A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione posti in essere dall'equipe inviata sul posto dalla centrale dei servizi di emergenza-urgenza

    GREVE IN CHIANTI – Mattinata tragica quella di oggi, mercoledì 28 settembre, a Greve in Chianti.

    Dove, all’incirca a metà mattina, poco dopo le 10.30, un 52enne, grevigiano, è stato colto da un malore in via Vittorio Veneto.

    Più o meno all’altezza del bar Post Azione, gestito nell’ambito del progetto della cooperativa sociale La Stadera.

    A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione posti in essere dall’equipe inviata sul posto dalla centrale dei servizi di emergenza-urgenza.

    Con una ambulanza arrivata in pochissimo tempo dalla sede dell’Avg, che si trova a pochissima distanza.

    Purtroppo per l’uomo, che si era fermato un attimo con l’auto nei pressi del bar, non c’è stato niente da fare. Chi c’era lo ha visto chiudere gli occhi mentre era sul sedile. In un istante.

    Ai sanitari, dopo che ogni tentativo è stato posto in essere, non è rimasto altro da fare se non constatarne il decesso sul posto.

    Dove sono arrivati anche gli agenti della polizia locale, per garantire lo svolgimento dei soccorsi in una zona ad alto traffico veicolare.

    Siamo, infatti, nella strada che “taglia” Greve in Chianti, parallela a piazza Matteotti. In pieno centro.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua