spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta Comune Aperto: “Opposizioni mostrano interesse solo a diffondere allarmismo (vedi scuola)”

    "Trend già ampiamente noto, che vede protagonista l’interesse individuale, senza alcuna proposta politica e risponde soltanto all’autocompiacimento e al bisogno di visibilità personali"

    IMPRUNETA – “Negli ultimi giorni le opposizioni hanno dimostrato un esclusivo interesse, più che al bene comune, alla polemica e alla diffusione di notizie non vere, ingigantendo i fatti con comunicazioni e dissertazioni pseudofilosofiche sui media”.

    Inizia così la riflessione della coalizione di maggioranza in consiglio comunale, Impruneta Comune Aperto (Pd e Il Coraggio di Cambiare): “L’atteggiamento – rimarcano – conferma un trend già ampiamente noto, che vede protagonista l’interesse individuale, senza alcuna proposta politica e risponde soltanto all’autocompiacimento e al bisogno di visibilità personali”.

    “Perché – proseguono – l’opposizione che voleva ristrutturare la scuola per “ieri”, oggi lancia palate di allarmismo paventando crolli inesistenti e diffondendo notizie non vere e tendenziose? Sulla scuola di via Roma, alcuni consiglieri, ben lungi dal guardare ai cittadini, alle questioni finanziarie e a quelle sociali, tutto hanno fatto fuorché assumere il ruolo di politici, divenendo piuttosto (auto)“agitatori”. Il risultato è stato quello di generare sospetti inesistenti sulla stabilità della scuola, allarmando inutilmente, rischiando di disincentivare le iscrizioni e ottenendo un risultato opposto a quello declamato”.

    “Siamo consapevoli che ci sono tante difficoltà – aggiungono da Impruneta Comune Aperto – e che gli assetti comunali non sono perfetti per tanti motivi, ma ogni giorno ci impegniamo per fare qualcosa con le poche risorse disponibili, seguendo le priorità i protocolli per la sicurezza della popolazione”.

    “Inutile guardare all’allarmismo provocato – precisano – smentito dalla sicurezza edilizia dell’edificio, che esiste ed è comprovata da documenti che escludono qualsiasi tipo di emergenza”.

    “Inutili – rilanciano – diventano in questo caso i comunicati che affermano che ogni accusa è rivolta solo all’amministrazione comunale, in quanto si afferma che le figure preposte alle valutazioni tecniche abbiano sbagliato a rilasciare le autorizzazioni per la riapertura di una parte dell’immobile, rivolgendosi ai media con goffi tentativi di visibilità personale”.

    “Impruneta Comune Aperto – concludono – continuerà a lavorare per porre in essere interventi sul territorio in un’ottica di risanamento urbano. Guardare avanti con le forze che abbiamo, è molto meglio che seminare zizzania”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...