spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sporting Club Ugolino, partiti i centri estivi. Fino al 9 settembre natura, sport, divertimento: iscrizioni sempre aperte

    Dedicati a bambine e bambini fra i 4 e i 13 anni. Piscina, tennis, calcetto, teatro, danza... e tanti altri giochi negli spazi all'aperto. Dalle 8.30 alle 16.30. Tutte le info e i contatti

    UGOLINO (IMPRUNETA) – Sono iniziati stamani, lunedì 13 giugno, i centri estivi per bambini dai 4 ai 13 anni, allo Sporting Club Ugolino.

    Centri che, lo ricordiamo, andranno avanti per tutta l’estate, fino al 9 settembre. E le iscrizioni sono sempre aperte.

    Da oggi i bambini delle scuole primarie e medie inferiori, che hanno terminato il loro anno scolastico venerdì 10 giugno, possono godersi le meraviglie dei centri estivi “made in Sporting Club Ugolino”.

    Ma anche i bimbi e le bimbe che frequentano la scuola dell’infanzia potranno trovare il loro “habitat naturale” in questi centri estivi, che iniziano dai 4 anni, appena le loro aule si saranno chiuse.

    Perché qui all’Ugolino (Impruneta), lungo la Chiantigiana, fra Strada in Chianti e Grassina, fra bosco, prato e piscina, per i bambini sono giornate a dir poco splendide.

    I centri estivi (qui tutte le info, i prezzi…) sono gettonatissimi, calamitano tantissimi bambini e bambine. Che nel verde dello Sporting Club Ugolino si sono sempre trovati benissimo.

    Piscina, tennis, calcetto, teatro, danza… e tanti altri giochi negli spazi all’aperto. Dalle 8.30 alle 16.30.

    Essendo un circolo privato, la prima volta va sottoscritta una tessera (Endas, 15 euro, ne basta una per ogni nucleo familiare) che è valida tutto l’anno.

    Info e contatti

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...