spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un menu accompagnato da lettura di poesie d’amore, violino, viola e mandolino

    SAN CASCIANO – L'hanno chiamata la "Cena Romantica". E del resto qui, nella trattoria "Cantinetta del Nonno" nel cuore di San Casciano, l'atmosfera un po' bohemienne e romantica è di casa da sempre (in foto uno dei titolari, Gianni Traversini, con una simpatica cliente che si è "prestata" per lo scatto).

     

    Mercoledì 3 luglio, in collaborazione con Jack and Joe Theatre, poesia e violino (oltre a un super menù) per una serata all'’insegna del romanticismo” e della buona tavola. Voce recitante Adriano Miliani, violino Roberto Cecchetti.

     
    La cena sarà infatti ccompagnata dalla musica del violino, viola e mandolino, eseguita dal Maestro Roberto Cecchetti e dalla voce di Adriano Miliani che leggerà poesie, prevalentemente d’'amore, di autori sia classici che contemporanei, in particolare dell’'Ottocento e del Novecento. Saranno recitate opere di Puskin, Baudelaire, Tagore, Hesse, Prévert, Per arrivare ad Alda Merini, Campana, Bukowski, Stefano Benni ed altri ancora.

     

    Per i più "prosaici", questo è il menù: sformatino di zucchine con i fiori e salsa delicata di Caprino;  Tortiglioni alle Melanzane; Gnocchi di Patate con Pere e Scaglie di Pecorino;  Polpette di Baccalà con Purea di Ceci; Vitel Tonnè con Verdure Miste Saltate;  Bavarese alle Fragole con Crema Inglese;  Vino; Acqua e Caffè

     

    L'inizio della cena-spettacolo è per le 20.30, il costo è di 30 euro, le prenotazioni (consigliate) si possono fare allo 055 820570.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...