spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 16 Gennaio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nella sede dell’Oreste Carlini aperta la mostra con le opere dei bambini e dei ragazzi delle scuole

    L'evento è il primo tassello di un più ampio progetto di comunità che mira a raccogliere fondi per realizzare laboratori d'arte nelle scuole di San Casciano

    SAN CASCIANO – Ogni elaborato non è solo un’opera d’arte ma una galleria di emozioni che racconta, in forma individuale e collettiva, la vita di una piccola grande comunità chiamata scuola.

    Nei 38 manifesti artistici che gli studenti delle primarie e della scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo di San Casciano hanno realizzato usando le tecniche e i materiali più diversi c’è un mondo pieno di valori e temi di straordinaria profondità.

    C’è il percorso di chi, troppo grande per non comprendere la complessità dei tempi attuali, troppo piccolo per non alleggerirli con l’amore per il gioco e la fantasia, cresce al tempo del Covid.

    Dall’infanzia all’adolescenza, l’età spensierata e inquieta allo stesso tempo, sospinta da sogni, paure e desideri. E’ una colorata metamorfosi di volti, emozioni, passioni e gesti che esprime con ricchezza di dettagli il cuore del progetto “Tutti per la scuola…la scuola per tutti”.

    Si è aperta nella sede del Corpo musicale Oreste Carlini, in via Roma a San Casciano, la collettiva che unisce e fonde la pluralità delle vocazioni e delle abilità artistiche di cinquanta classi delle scuole primarie di San Casciano, Mercatale, Cerbaia e della scuola secondaria di primo grado di San Casciano.

    Il primo tassello di un progetto di comunità che, ideato da due cittadini sancascianesi, ha favorito la creazione di una rete sostenuta e promossa dall’Istituto comprensivo statale Il Principe, dal Comune di San Casciano e dalla Pro Loco di San Casciano in collaborazione con il Corpo musicale Oreste Carlini, la sezione soci Coop di San Casciano, i circoli e le associazioni di volontariato presenti nel territorio.

    L’obiettivo dell’iniziativa, che si compone di una lotteria e di un’altra esposizione allestita tra le sale del Museo Ghelli, in questo caso le opere di Gianni Mattioli, è quello di raccogliere fondi per il futuro delle nuove generazioni e più precisamente investire sulla realizzazione di laboratori d’arte nelle scuole del Comprensivo sancascianese.

    “Siamo felici di aver preso parte ad un progetto così ben organizzato e articolato in ogni suo aspetto – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – è l’ennesima dimostrazione che a San Casciano non riusciamo a fare le cose da soli”.

    “Anche nelle difficoltà – sottolinrea – non ci dimentichiamo di chi siamo e del bisogno di aiutarci reciprocamente, credere e investire nella forza dell’impegno collettivo ci permette di affrontare con maggiore consapevolezza ed energia le tante fasi di questo periodo non certamente facile”.

    “Siamo una comunità – rivendica il sindaco – che si mobilità unita verso la realizzazione e la condivisione di un obiettivo comune, abbiamo la responsabilità di favorire e stimolare cambiamenti e attuare interventi concreti che creino le condizioni migliori per far crescere le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi nella scoperta curiosa e attenta di se stessi e delle proprie vocazioni e talenti”.

    L’evento che fino al 19 dicembre mette in mostra la creatività allo stato puro delle allieve e degli allievi del Comprensivo sancascianese, interpreti originali del bello e delle emozioni più colorate, offre un meraviglioso spettacolo ai visitatori.

    Tanti i temi trattati: dall’incontro tra le persone alla ricchezza della diversità, dal valore dell’amicizia e dell’accoglienza al significato del viaggio, della cultura musicale e della scienza.

    Ci sono poi veri esercizi di stile che accostano tecniche particolari per esprimere punti vista sui temi ambientali, la conoscenza, le tradizioni e i costumi del nostro paese.

    Un caloroso ringraziamento è stato espresso dal dirigente scolastico Marco Poli agli ideatori, alla vicepreside Carla Ghirlandini, ai docenti, a tutti i partner del progetto e soprattutto a loro, i veri protagonisti del progetto, attori e destinatari allo stesso tempo del percorso: gli studenti. All’apertura della mostra erano presenti anche le assessore Maura Masini ed Elisabetta Masti.

    Tutti potranno sostenere e contribuire al progetto per la realizzazione dei laboratori d’arte nelle scuole partecipando alla lotteria organizzata dalla Pro Loco di San Casciano oppure effettuando una donazione attraverso l’acquisto delle opere di Gianni Mattioli il cui ricavato sarà versato interamente alla scuola.

    Gli elaborati degli alunni potranno essere votati fino al 12 dicembre. I 4 elaborati più votati della scuola primaria e le 4 opere più votate della scuola secondaria diventeranno 8 premi della lotteria che si aggiungeranno a due quadri della mostra di pittura di Gianni Mattioli aperta fino al 19 dicembre.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...