spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il gruppo mercatalino pronto ad esibirsi il prossimo 23 novembre

    "Nuove Trasparenze" in conccerto, venerdì 23 novembre alle ore 21.30 presso il circolo Arci di San Casciano. Nato nel 2000, il gruppo fa musica inedita e cover di musica italiana (Fossati, Mannoia, De André, Battisti) inserendo spesso delle "chicche" degli anni '40-'50-'60 (Quartetto Cetra, Fred Buscaglione) e cover straniere (Jethrotull, Focus, Cream, Beatles).

     

    "Abbiamo partecipato ad un concorso regionale – racconta una componente del gruppo mercatalino, Monica Masti –  "Campanilerock" organizzato da Radio Toscana ed il settimanale Toscana Oggi che abbiamo vinto incidendo poi un cd dal titolo "Brava gente" che abbiamo presentato al Teatro Niccolini a marzo 2011".

     

    "Il nostro -dice ancora – è un gruppo aperto con gente che viene e gente che va, facciamo musica per il piacere di farlo senza pretendere di arrivare da nessuna parte ma semplicemente per il gusto di suonare e cantare, per il gusto di aprirsi al mondo, per vedere, vivere e progettare il mondo fra le righe di un pentagramma, per la possibilità di conoscere nuova gente che, come noi, fa vibrare il proprio strumento al ritmo di un battito del cuore".

     

    "La nostra carta d'identità – conclude – si scontra con la nostra apparente giovinezza, ma la voglia di sentirsi ancora emergenti è più forte dell'età in movimento".

     

    Da non perdere quindi l'appuntamento con "Nuove Trasparenze", venerdì 23 novembre alle 21.30 al circolo Arci di San Casciano.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...