spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano: il Comune ha affidato per tre anni la gestione dell’ufficio informazioni turistiche

    All'operatore turistico Oceanya Viaggi. Il titolare Cosimo Bacci: "La nostra mission è far vivere il territorio cartolina come un'esperienza indimenticabile"

    SAN CASCIANO – Per i turisti che vengono in visita nel Chianti, ed in particolare tra le colline di San Casciano, si è aperto da alcuni giorni il punto di informazioni turistiche in via IV Novembre nella sede della Pro Loco rinnovata dall’inizio dell’anno.

    L’ufficio che orienta, accoglie e offre servizi ai visitatori italiani e stranieri è stato affidato dal Comune in un percorso di gestione triennale all’operatore turistico Oceanya Viaggi, diretto da Cosimo Bacci.

    Tante le novità, le proposte e le idee messe in campo per offrire ai turisti l’opportunità di un viaggio capace di lasciare il segno e invitare a tornare in vacanza nel cuore del Chianti.

    “Il viaggio come laboratorio di emozioni dove vivere il territorio cartolina, il nostro straordinario paesaggio chiantigiano – dichiara Cosimo Bacci – diventa un’esperienza che attraversa e coinvolge tutti i sensi e mette in moto il desiderio di esplorare e scoprire, a contatto con la natura, a piedi, in bicicletta, in mongolfiera, la vera identità del Chianti, fatta di tradizioni, storia, cultura ed un patrimonio artistico, ambientale ed enogastronomico che non ha eguali”.

    L’ufficio turistico di San Casciano propone servizi e pacchetti in collaborazione con una rete di strutture ricettive e operatori economici e della ristorazione.

    “L’obiettivo – prosegue Bacci – è anche quello di valorizzare i luoghi e gli spazi pubblici di grande pregio come la terrazza panoramica del Chianti a 34 metri di altezza, dove potremmo organizzare momenti di degustazione e occasioni per cogliere la bellezza di un tramonto che illumina Firenze, a pochi Km da noi e gran parte della Toscana, visibile dal punto più alto del centro storico di San Casciano”.

    All’interno dello spazio di via IV Novembre, arredato in stile contemporaneo, si potranno trovare prodotti tipici, tra cui vino e olio ma anche prodotti per la bellezza e libri che valorizzano e promuovono le peculiarità storico-artistiche del territorio chiantigiano e toscano.

    “La scommessa è quella di far sentire il turista come a casa – aggiunge il sindaco Roberto Ciappi – puntiamo sulla qualità dell’accoglienza e la capacità di offrire informazioni puntuali e servizi che rispondano alle esigenze dei visitatori, appassionati di trekking, tradizioni, arte e cultura enogastronomica”.

    “Oltre agli strumenti digitali e alla comunicazione interattiva e multimediale – precisa Ciappi – fondamentali per promuovere all’estero il nostro territorio, è necessario mantenere il canale diretto basato sul contatto con le persone che il personale dell’ufficio informazioni turistiche sarà coltivare al meglio, qualificandosi per gentilezza e conoscenza del territorio”.

    Al front-office due giovani sancascianesi, Letizia Chiarini e Barbara Lelli, accoglieranno i turisti e chiunque vorrà soffermarsi in via IV Novembre interessato a saperne di più sul prestigioso patrimonio di saperi e sapori che rende unico il territorio.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...