Sabato 20 aprile 2019  6:21
il Gazzettino del chianti e delle colline fiorentine
CHIANTI SENESE
5.03.2014
h 10:33 Di
Redazione
Una bella camminata attraverso a quasi 3.000 anni di storia
A Castellina la prima uscita stagionale de "Le Vie del Chianti": tutte le foto
immagine

CASTELLINA IN CHIANTI - A dispetto della pioggia che da giorni ha imperversato su tutto il Chianti e di quelli che dubitavano che davvero il cielo ci potesse graziare, domenica 2 marzo il gruppo escursionistico Le Vie del Chianti ha finalmente ripreso a camminare alla grande dopo la pausa invernale.

 

Giornata soleggiata, appena velata ogni tanto da qualche nuvoletta passeggera, il foltissimo gruppo di camminatori, tra “vecchi” aficionados e moltissimi nuovi amici, è partito alla scoperta e conoscenza del territorio intorno a Castellina.

 

Per sgranchirsi e per riscaldare i muscoli in previsione della lunga stagione, ecco proposta una semplice ma splendida escursione ad anello, panoramica e immersa nella storia millenaria di queste terre.

 

"Abbiamo attraversato aree boscate tipiche del Chianti più vero e naturalev - dicono gli organizzatori - attraversato il torrente Arbia a pochi passi dalle sue sorgenti, ammirato antiche case coloniche, ristrutturate nel secolo scorso, ma certamente testimonianza di un periodo storico e di un mondo contadino oramai scomparso".

 

"Con l'entusiasmo del primo giorno di scuola - proseguono - grandi e piccini, abbiamo camminato con la voglia e la curiosità di chi vuole scoprire tutta la bellezza e i profumi di questo angolo di Toscana: dai tesori e dalle testimonianze provenienti dall'imponente tumulo etrusco di Montecalvario, fino agli antichi mulini e filande di epoca medievale, in disuso, lungo il torrente Arbia".

 

"Dai vigneti e dagli oliveti disegnati ancora secondo gli antichi sistemi di governo della terra - continuano - alla interessante visita guidata all'interno del Museo Archeologico fino alla salita sulla imponente torre da cui abbiamo potuto ammirare un panorama spettacolare: dal Pratomagno innevato e dai Monti del Chianti al profilo lontano dell'Amiata, dalle Colline Metallifere e dalla Montagnola Senese fino ai rilievi prossimi al Valdarno inferiore, passando per l'intera Valdelsa e le inconfondibili torri di San Gimignano".

 

"Con passo lento - dicono - ma costante abbiamo idealmente attraversato quasi 3.000 anni di storia, tra “ciane” e risate, racconti e aneddoti, un buon caffè e un delizioso gelato con l'omaggio finale di un piccolo ciondolo in legno con l'effige del gruppo che, orgogliosamente, sarebbe bello vedere “ballettare” sugli zaini di sempre più numerosi amici camminatori".

 

Archiviata così la prima uscita con la soddisfazione e la fortuna di aver vissuto una giornata piacevolissima in compagni di belle persone, il saluto finale, una volta raggiunte le auto, aveva tanto il sapore di un... “ci rivediamo alla prossima uscita!”

 

In calendario per domenica 16 marzo è prevista, invece, a modifica del calendario già pubblicizzato, una bella escursione, semplice e non faticosa, molto panoramica tra Monteriggioni, Abbadia a Isola e la Montagnola Senese, vestendo idealmente per un giorno i panni del pellegrino che fin dall'anno Mille percorreva gli stessi sentieri per raggiungere la città di Roma.

 

Prevista anche una interessante dimostrazione su come realizzare profumatissimi saponi biologici con olio d'oliva e l'assaggio intrigante del “kefir”, una bevanda di origini antiche e di provenienza orientale, ricca di fermenti lattici, fresca e nutriente.

 

 

Info e prenotazioni: Eleonora 392 0579570 – Sarah 328 9043252 – Samuele 338 4611098 - leviedelchianti@gmail.comwww.leviedelchianti.it.

 

 

ARCHIVIO NOTIZIE