spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nuova Pro Loco per Bagno a Ripoli: eletto il consiglio direttivo

    Ecco chi ne farà parte: alla prima riunione verranno elette le cariche. Presidente in primis

    BAGNO A RIPOLI – Novantacinque votanti su 120 soci aventi diritto (per una affluenza pari al 79,1%) e un totale di 250 preferenze espresse.

     

    Si è chiusa con questi numeri la votazione per l'elezione del consiglio direttivo della nenonata Pro Loco per Bagno a Ripoli che si è tenuta nella serata di ieri, lunedì 12 novembre, nei locali della biblioteca comunale di Bagno a Ripoli.

     

    Questo, nel dettaglio, l'esito dello scrutinio: Gian Domenico Volpi 61 voti; Annalisa Ciacci Santangelo 41; Massimo Casprini 27; Martina Masi 27; Nicla Dugheri 19; Saura Milani 16; Cristina Bertoldo 14; Laura Forconi 14; Giuliano Merlini 10; Lara Cecconi 9; Massimo Migliorini 5; Matteo Pierattini 4; Antonio De Donno 3.

     

    Secondo quanto previsto dallo statuto approvato all'unanimità in occasione della costituzione della Pro Loco, il consiglio direttivo deve essere formato da 7 persone ma in virtù dell'ex aequo tra Cristina Bertoldo e Laura Forconi (al settimo posto) la prima convocazione vedrà la partecipazione di tutti e 8 i membri più votati. Sarà poi la commissione elettorale a procedere alla ratifica ufficiale dei membri eletti.

     

    Una volta in carica, al consiglio direttivo spetterà, come primo atto formale, la nomina al suo interno di coloro che assumeranno le cariche di presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...