spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Apertura del punto vaccinazioni a San Casciano: somministrazione (di AstraZeneca) il venerdì

    Il via da domani, nel presidio della Asl in via del Cassero. Destinatarie le persone fra 18 e 55 anni: personale delle scuole e forze dell'ordine con prenotazione sul portale dedicato

    SAN CASCIANO – Inizieranno domani, venerdì 19 febbraio, le vaccinazioni anti-Covid al presidio socio-sanitario di San Casciano, in via del Cassero.

    Si tratta di una nuova sede vaccinale, individuata dalla Società della Salute Fiorentina Sud Est che nel complesso ne ha designate cinque per consentire le somministrazioni sul territorio.

    Funzioneranno una al giorno, durante la settimana, e a San Casciano si vaccinerà il venerdì.

    # Bagno a Ripoli, Greve, San Casciano: ecco i punti vaccinali anche nel nostro territorio

    In occasione dell’apertura del punto vaccinale il sindaco Roberto Ciappi incontrerà gli operatori sanitari che illustreranno le modalità di funzionamento della sede.

    In questa fase il centro vaccinale di San Casciano si occuperà della somministrazione del vaccino AstraZeneca alle persone fra 18 e 55 anni delle categorie prioritarie.

    Vale a dire personale della scuola e delle forze dell’ordine, che si prenotano sul portale regionale dedicato.

    Tali centri di somministrazione si affiancano a quello di riferimento istituito per l’area fiorentina al Mandela Forum di Firenze.

    Dai prossimi giorni i medici di famiglia avvieranno la programmazione per la vaccinazione degli ultraottantenni, che saranno chiamati direttamente dal medico di base.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...