spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga: grande partecipazione per la tre giorni dedicata a spazio e fantascienza

    Fra i protagonisti l'astronauta Umberto Guidoni. Bilancio molto positivo per le iniziative in occasione dell'assemblea generale della World Science Fiction Italia

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Grande interesse e partecipazione per le tre giornate che hanno trasformato Castelnuovo Berardenga nella capitale della fantascienza italiana con l’assemblea generale della World Science Fiction Italia.

    L’appuntamento ha visto fra i protagonisti l’astronauta Umberto Guidoni, che ha incontrato le scuole e la cittadinanza con incontri molto partecipati raccontando la sua esperienza nello spazio, e i vincitori del “Premio Ernesto Vegetti” (edizioni 2020 e 2021), dedicato alle migliori opere di letteratura di fantascienza italiana, e del “Premio Maurizio Carità” (edizioni 2020 e 2021) per le migliori opere di illustrazione a tema fantastico e fantascientifico di autori italiani.

    Quest’ultimo premio è dedicato a Maurizio Carità, traduttore e divulgatore di fantascienza residente a Castelnuovo Berardenga e scomparso prematuramente nel 2019.

    L’appuntamento ha contato sul patrocinio del Comune di Castelnuovo Berardenga e sulla presente anche l’Unione Astrofili Senesi con i suoi telescopi per guidare l’osservazione del cielo.

    “Il conto alla rovescia, il boato dei razzi e l’intero racconto di Umberto Guidoni vissuto con la sua presenza e le sue parole – commenta Alessandro Maggi, vicesindaco di Castelnuovo Berardenga – ha fatto venire la pelle d’oca a tutti i presenti. Il racconto e le immagini di uno dei suoi voli sullo Space Shuttle, insieme al momento della partenza, sono stati momenti di un’intensità incredibile ed è stato un onore averlo ospite a Castelnuovo Berardenga e averlo conosciuto”.

    “Le tre giornate insieme alla World Science Fiction Italia – rilancia – sono state una bellissima esperienza che ha coinvolto anche tanti bambini, cittadini e altre persone. Un’iniziativa di elevato livello, nel ricordo di Maurizio Carità, organizzata meravigliosamente e dal potenziale notevole. Grazie agli organizzatori e complimenti anche ai vincitori del Premio Ernesto Vegetti e del Premio Maurizio Carità”.

    I vincitori del Premio Ernesto Vegetti per la letteratura

    • Categoria “Miglior romanzo”

    Edizione 2021: RALF di Maurizio J. Bruno (Ed. Tabula Fati 2020)

    Edizione 2020: Quando Borg posò lo sguardo su Eve di Annarita Stella Petrino (Tabula Fati 2019)

    • Categoria “Miglior saggio”

    Edizione 2021: Guida alla percezione del tempo di Luca Ortino (Ed. Odoya 2019)

    Edizione 2020: Un laboratorio di fantastici libri di Giulia Iannuzzi (Solfanelli 2019)

    • Categoria “Miglior antologia”

    Edizione 2021: Il ritorno dei Grandi Antichi a cura di Gianfranco de Turris (Delos Digital 2020)

    Edizione 2020: Costituzioni future di Luigi Petruzzelli (Della Vigna 2018)

    • Categoria “Miglior racconto”

    Edizione 2021: Ieri, le stelle di Luigi Petruzzelli (I miei compagni di viaggio, Ed. Scudo 2020)

    Edizione 2020: Le sette mogli di Hilarius Pantemous di Luca Ortino (Watson 2018)

    • I vincitori del Premio Maurizio Carità per la migliore illustrazione

    Edizione 2021: 1° premio: Gino Andrea Carosini; 2° premio: Ksenja Laginja; 3° premio: Roberta Guardascione. Menzione speciale World: Ksenja Laginja.

    Edizione 2020: 1° premio: Luca Oleastri, 2° premio: Roberta Guardascione, 3° premio: Alexa Cesaroni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...