spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Variazioni per i mercati settimanali a Castelnuovo Berardenga e Quercegrossa

    Riorganizzazione di spazi e fruibilità. Nuova distribuzione dei banchi nel capoluogo. Spostamento al sabato mattina e in via di Petroio a Quercegrossa

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Una nuova distribuzione delle postazioni di commercio ambulante a Castelnuovo Berardenga e lo spostamento del mercato settimanale a Quercegrossa, dal venerdì pomeriggio al sabato mattina, con il potenziamento dell’offerta commerciale.

    Sono queste le principali modifiche al Piano comunale per l’esercizio del commercio su aree pubbliche approvate dal consiglio comunale castelnovino riunito mercoledì 29 dicembre, in videoconferenza.

    La riorganizzazione del commercio ambulante a Castelnuovo Berardenga e Quercegrossa nasce con il duplice obiettivo di aumentare la fruibilità dei mercati settimanali, in risposta anche ad alcune richieste dei cittadini, e di migliorare la viabilità nelle aree interessate.

    Dal mese di gennaio 2022, a Castelnuovo Berardenga saranno ridotti i banchi presenti nell’area attuale, allargando le postazioni e spostando due banchi finora presenti in via Roma e via Garibaldi, di fronte al Palazzo comunale.

    L’area del mercato rimarrà compresa fra via Roma e piazza Matteotti ed è previsto anche l’inserimento di un nuovo banco alimentare nell’adiacente via Porcellotti.

    A Quercegrossa, il mercato settimanale sarà spostato dal venerdì pomeriggio al sabato mattina, per aumentare la fruibilità da parte dei cittadini, e da via Tarantelli alla vicina via di Petroio, nel parcheggio riqualificato nei mesi scorsi.

    Questo permetterà di accogliere un maggior numero di banchi, portando le postazioni dalle 3 attuali a 6, con 4 banchi alimentari e 2 di altra tipologia commerciale.

    Le modifiche al Piano comunale per l’esercizio del commercio su aree pubbliche sono state approvate con il voto favorevole dei gruppi consiliari Scelgo Castelnuovo, Centrodestra per Castelnuovo, Potere al Popolo e del consigliere Marcello Mazzarella (Gruppo Misto), mentre si è astenuto il consigliere Nicola Ruffoli (Gruppo Misto).

    Altri punti all’ordine del giorno

    Nel corso della seduta, inoltre, è stata approvata la revisione periodica delle partecipazioni detenute dal Comune di Castelnuovo Berardenga al 31 dicembre 2020, con il voto favorevole del gruppo Scelgo Castelnuovo e l’astensione di Centrodestra per Castelnuovo, Gruppo Misto e Potere al Popolo.

    Sono state, invece, elette all’unanimità le Commissioni consiliari permanenti relative ad assetto del territorio, servizi alla persona, affari generali e diritti umani, civili e promozione dell’uguaglianza.

    Il consiglio comunale, inoltre, ha dato il via libera a una variazione della classe dei valori di edifici, con aggiornamento per resedi di pertinenze (con il voto favorevole dei gruppi Scelgo Castelnuovo e Potere al Popolo e l’astensione di Centrodestra per Castelnuovo e Gruppo Misto) e alla convenzione per le opere di urbanizzazione previste in un intervento a Ponte a Bozzone, con voto favorevole del gruppo Scelgo Castelnuovo, contrario del gruppo Centrodestra per Castelnuovo e del consigliere Nicola Ruffoli (Gruppo Misto), mentre si sono astenuti il gruppo Potere al Popolo e il consigliere Marcello Mazzarella (Gruppo Misto).

    È stato, invece, rinviato il punto relativo al declassamento di un tratto della Strada Vicinale 32 “della miniera” dalla categoria B alla categoria C, in località Bossi.

    Il consiglio si è chiuso con la discussione della mozione presentata dal consigliere Nicola Ruffoli (Gruppo Misto) per chiedere l’apposizione di targhe in memoria dei caduti della Prima guerra mondiale presso i giardini della Rimembranza, attualmente in fase di riqualificazione.

    La mozione è stata respinta – con il voto contrario del gruppo Scelgo Castelnuovo e i voti favorevoli dei gruppi Centrodestra per Castelnuovo, Potere al Popolo e Gruppo Misto – “perché – spiega l’amministrazione comunale – è già in corso un lavoro sulla memoria del Parco della Rimembranza attraverso storici locali, al fine di maggior valore possibile al Parco stesso con illustrazioni che raccontino la storia del luogo”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...