spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le polpette di lesso… del giorno prima

    Questo piatto scava profondamente nella memoria di ogni chiantigiano, ricorda le cucine calde e laboriose, la nonna che con mani esperte trasformava gli avanzi in un piatto succulento; questo è un piatto evocativo e stupendo, dai sapori delicati e persistenti.

     

    Ingredienti (per 4): carne lessa o arrosto 400g – 3 uova – 3 cucchiai di parmigiano – sale, pepe, aglio, prezzemolo – farina bianca e integrale – olio extravergine – cipolla rossa – pelati

     

    Prendete la carne avanzata, toglieteli il grasso in eccesso e tritatela finemente a coltello (nel caso che ci siano dei nervetti o delle callosità non toglietele darà una masticabilità particolare al piatto).

     

    Mettete il trito in una scodella, aggiungete le tre uova, il parmigiano, il pepe e il prezzemolo finemente tritato, prendete lo spremiaglio e spermatici dentro uno spicchio d’aglio; regolate il sale.

     

    Con le mani umide fate delle palline (nella mia famiglia si fanno degli ovali), disponetele su un tagliere e cercate di farle tutte della solita grandezza.

     

    In un piatto preparate un misto delle due farine (usare anche la nera darà una croccantezza particolare alla preparazione) e passateci le polpette.

     

    In una pentola dai bordi profondi mettete l’olio e portatelo a 160 ° (se non avete un termometro è giunto il momento di acquistarne uno).

     

    Friggete le polpette 4/5 alla volta stando attenti che non si abbassi troppo la temperatura (altrimenti vi verrà un fritto unto).

     

    Lasciatele raffreddare e mangiatene un paio con un buon bicchiere di bianco (vi rinfrancherà durante la preparazione).

     

    Preparate un sugo di pomodoro e cipolla stando attenti a non esagerare col sale. Mettete dentro le polpette e cuocetele da entrambi i lati facendo ridurre il sugo.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...